item-thumbnail

Vertice su Concorso straordinario slitta a domani. Tensione in maggioranza

di redazione

Secondo quanto riporta l’ANSA, l’atteso incontro tra i capigruppo di maggioranza, Il primo Ministro Conte e il Ministro Azzolina è slittato a domani.

Lo confermano diverse fonti di governo e di maggioranza, secondo le quali lo slittamento dell’incontro previsto per le 19 è dovuto al protrarsi del Cdm.

Il tutto è slittato a domani. Resta alta intanto la tensione nella maggioranza sul decreto scuola. Lo riferiscono diversi parlamentari, secondo i quali il dossier è assai spinoso, per le divisioni sul tema dei concorsi tra M5s da un lato e Pd e Leu dall’altro.

Una proposta di mediazione è arrivata questa mattina dal M5S, che si dice disponibile a rinviare ad anno inoltrato l’unica prova prevista per il concorso straordinario, qualora la curva epidemiologica non ne consentisse lo svolgimento in estate, assicurando comunque l’assunzione a tempo determinato.

“Ci aspettiamo dalle altre forze di maggioranza non le provocazioni alle quali stiamo assistendo, ma la reale volontà di confronto e la voglia di trovare soluzioni – fanno sapere fonti del M5S –  Abbiamo già messo sul tavolo – aggiungono – una proposta di mediazione che garantisce diritti dei docenti e rispetto della Costituzione”

Il M5s avrebbe gradito assai poco, intanto, il sostegno dato dal capogruppo Pd Andrea Marcucci all’ipotesi di uno sciopero dei sindacati della scuola. Sarà il premier Conte, dicono diverse fonti, a dover mediare.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: