item-thumbnail

Vaccini: nella regione Marche resta obbligo per la scuola

di redazione

La Commissione consiliare regionale Sanità delle Marche ha approvato a maggioranza, con il voto contrario di M5s e Lega Nord, il testo unificato di due proposte di legge che modificano l’ordinamento giuridico regionale in tema di vaccinazioni, sancendo l’obbligo vaccinale per avere accesso ai nidi e ai vari servizi per l’infanzia.

Il testo deve adesso essere approvato dal Consiglio regionale appositamente convocato lunedì 27 agosto.

“Siamo intervenuti – spiega all’ANSA il presidente della Commissione e relatore di maggioranza Fabrizio Volpini (Pd) – per fare chiarezza sui servizi educativi alla luce della confusione creata dalla circolare del ministro e dopo l’approvazione, da parte di uno dei rami del Parlamento, del rinvio di un anno per l’obbligo vaccinale per i servizi educativi”.

Romina Pergolesi (M5s), relatrice di minoranza, la pensa diversamente: “Non c’è emergenza, non ci sono epidemie in corso. Il monitoraggio regionale delle reazioni avverse un punto debole di questa amministrazione”.

Condividi:

Argomenti: