item-thumbnail

Vaccini, FISM: controllo carabinieri su dichiarazioni genitori

di redazione

Comunicato FISM (Federazione Italiana Scuole Materne) – Risulta a questa Federazione che siano in corso, in molte regioni italiane, controlli effettuati dai Nuclei Anti Sofisticazioni dei Carabinieri competenti per territorio.

I controlli, in vista dell’inizio dell’anno scolastico nelle scuole d’infanzia e dei nidi, sono volti a verificare la corrispondenza fra quanto certificato da parte dei genitori in relazioni alla situazione vaccinale dei propri figli e l’effettiva situazione vaccinale dei minori, trasmessa alle scuole almeno laddove è stata istituita l’anagrafe vaccinale. Durante il sopralluogo potrebbero essere richiesti:

• l’elenco dei bambini iscritti

• l’elenco dei dei bambini frequentanti

• l’elenco, inviato dall’ASL, dei bambini risultanti non in regola

• le autocertificazioni-dichiarazioni sostitutive consegnate dai genitori.

Alla fine dell’ispezione verrà richiesta la firma sul verbale da parte del personale scolastico che ha assistito all’ispezione.

Come è noto la circolare congiunta del Ministero della salute e del Ministero dell’istruzione dello scorso 5 luglio 2018 (che si allega per comodità di lettura) ha da un lato sterilizzato il termine del 10 luglio 2018 e d’altro canto ha aperto all’autocertificazione dello stato vaccinale quale requisito di accesso al servizio scolastico per il minore che ha assolto gli obblighi vaccinali.

Va da sé che, ai fini dell’accesso al servizio scolastico, rimane salva la possibilità di documentare l’adempimento mediante la certificazione degli uffici sanitari ovvero attraverso l’esibizione della fissazione dell’appuntamento per la vaccinazione.

I controlli in parola avvengono proprio quando la Camera dei Deputati avvia l’esame della conversione in legge del “Decreto Milleproroghe” già approvato dal Senato e la cui discussione definitiva è calendarizzata per il prossimo 11 settembre che dovrebbe rinviare di un anno il divieto di accesso al servizio in caso di irregolarità vaccinale.

In un quadro normativo così instabile si attendono indicazioni che chiariscano al sistema nazionale scolastico verso quale direzione si intenda procedere.

5 settembre 2018

Condividi:

Argomenti: