item-thumbnail

Vaccini, bimbi non in regola esclusi da scuola. A Livorno finiranno anno scolastico

di redazione

Così prevedeva la legge e così è stato fatto. I bambini non vaccinati stanno rimanendo fuori dalle aule scolastiche. In un caso è anche intervenuta la polizia municipale. È successo a Torre Pellice, in provincia di Torino, come riporta il quotidiano “La Stampa”, dove due vigili urbani hanno spiegato a un genitore il motivo dell’esclusione della sua bimba di tre anni dalla scuola. I genitori della piccola, non soddisfatti delle spiegazioni ricevute dalla Asl di competenza sulle vaccinazioni, hanno temporeggiato sulla fatidica puntura, mentre la scuola non ha perso tempo.

Quello piemontese non è l’unico caso. Le porte delle aule sono rimaste inaccessibili ai bimbi non vaccinati anche in alcune scuole toscane (Prato e San Giuliano Terme, in provincia di Pisa), con gli assessori che – stando alla versione del Corriere Fiorentino – hanno giustificato le decisioni prese in conformità con la legge Lorenzin. Chi invece ha espresso un parere opposto è stato il comune di Livorno, dove il sindaco Filippo Nogarin e la sua giunta pentastellata non intendono lasciar fuori i ragazzi anche se non vaccinati dalle scuole almeno fino alla fine dell’anno scolastico in corso.

L’obbligo perentorio di vaccinazione, con eventuale espulsione, riguarda i bambini iscritti agli asili e alle materne, mentre per gli studenti della scuola dell’obbligo c’è tempo fino al 30 aprile prima di comminare le sanzioni ai genitori che dal censimento della Asl risultassero inadempienti verso questa norma.

Condividi:

Argomenti: