item-thumbnail

Vaccini, arriva emendamento che cancella proroga annuale per mettersi in regola

di redazione

Nessuna proroga per mettersi in regola con le vaccinazioni, sarebbe questa la nuova linea del governo giallo-verde dopo una estate di riflessione sull’emendamento milleproroghe che consentiva ai genitori dubbiosi sui vaccini di procrastinare per un altro anno.

Gli emendamenti al Senato

Ricordiamo che durante l’approvazione in Senato del Milleproroghe erano stati presentati da M5S e Lega due emendamenti identici che spostano di un anno, al 2019-2020, il divieto di accesso ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole per l’infanzia per i bambini le cui famiglie non hanno presentato la documentazione sulla vaccinazione effettuata.

Nell’emendamento si leggeva che “Per il prossimo anno scolastico tutti i bambini, compresi quelli sprovvisti di documentazione sulla loro vaccinazione, potranno accedere alle scuole per l’infanzia. L’obbligo slitta al 2019-2010. Una decisione di buon senso per la quale esprimiamo grande soddisfazione”.

Emendamento in bilico

Una retromarcia sarebbe già pronta da pare della maggioranza con un emendamento presentato dai relatori che cancella, di fatto, quanto deciso dal Senato. In questo modo sarà cancellata la proroga attesa, ma resta in piedi la possibilità per le famiglie di presentare autocertificazione.

L’emendamento giunge dopo la levata di scudi da più parti, non ultimi l’Anp (Associazione dei Presidi) che si è più volte schierata contro il rinvio e l’autocertificazione.

Condividi:

Argomenti: