item-thumbnail

Vaccini, 30 aprile termine ultimo per trasmissione documentazione assolvimento obbligo

di redazione

Oggi, 30 aprile 2018, è l’ultimo giorno utile per trasmettere alle ASL territorialmente competenti la documentazione presentata dai genitori o il mancato deposito, come previsto dalla nota congiunta del Miur e del Ministero della Salute.

Scarica la nota

Procedura semplificata

La succitata scadenza riguarda soltanto quelle Regioni in cui è già istituita l’anagrafe vaccinale. In tali Regioni, la procedura prevista, ai fini del controllo dell’obbligo vaccinale dei minori di età compresa tra 0 e 16 anni, è stata la seguente:

  • I dirigenti scolastici hanno inviato all’ASL, entro il 2 marzo 2018, l’elenco degli iscritti nell’a.s. 2017/18;
  • L’ASL, entro il 10 marzo 20018, ha restituito alla scuola gli elenchi con l’indicazione della situazione vaccinale degli alunni;
  • I dirigenti, entro il 20 marzo 2018, hanno invitato per iscritto i genitori degli alunni non in regola a presentare la documentazione attestante l’effettuazione della vaccinazione o l’esonero o il differimento o la copia della richiesta di vaccinazione all’ASL;
  • I dirigenti, entro il 30 aprile, trasmettono la documentazione presentata dai genitori o il mancato deposito.

Sanzioni

Al termine della succitata procedura, nel caso si riscontrino bambini/ragazzi non in regola con le vaccinazioni l’ASL avvia la procedura per il recupero dell’inadempimento, al fine di adempiere all’obbligo vaccinale.

Qualora la procedura di recupero non vada a buon fine, i bambini della scuola dell’infanzia e dei nidi non potranno più frequentare, mentre i genitori degli alunni della scuola primaria e secondaria andranno incontro ad una multa tra i 100 e i 500 euro.

Condividi:

Argomenti: