item-thumbnail

Uil Scuola Piemonte, coperto solo 50% posti tecnici e amministrativi

di redazione

“Ancora una volta prevale la logica economica sulla stabilita’ del personale precario e sull’efficienza delle istituzioni scolastiche. Infatti il Miur su una disponibilita’ di 680 posti (su tutti i profili Ata) ha autorizzato solo 341 nomine in ruolo. Appena il 50% delle disponibilita’ viene coperto”.

Lo denuncia Diego Meli, segretario generale della Uil Scuola Piemonte. Si tratta di personale amministrativo, tecnici, collaboratori scolastici, cuochi, guardarobieri.

“Una decisione incomprensibile. Si antepongono falsi problemi economici – osserva – alla stabilita’ degli organici, che significa dare continuita’ all’azione organizzativa, al supporto didattico pratico e all’attivita’ di assistenza agli alunni portatori di handicap, all’interno delle scuole.

Senza dimenticare l’impatto sociale che la precarieta’ ha sui lavoratori, i quali in molti casi non possono programmare la loro vita familiare.

L’efficienza e la funzionalita’ della Scuola passano anche dalla stabilita’ degli organici, per questo motivo chiediamo da tempo un cambiamento di rotta”.

Condividi:

Argomenti: