item-thumbnail

Uil: firmato il Contratto, si pensi a revisione dell’ordinamento

di redazione

comunicato Uil – “Finalmente siamo arrivati al termine di un lungo percorso che ha portato alla firma del Contratto Collettivo Nazionale”. Lo dichiara la Segretaria Generale della UIL RUA Sonia Ostrica, che ha sottoscritto in veste federativa come UIL SCUOLA RUA il Contratto Collettivo Nazionale del comparto Istruzione e Ricerca di cui fanno parte gli Enti di Ricerca, le Università e l’AFAM.

“Quello conclusosi oggi è stato un percorso faticoso, difficile e accidentato che, però, ha portato ad un risultato positivo per i lavoratori dei nostri comparti – aggiunge la sindacalista -. In questo contratto sono stati inserito nuovi diritti, come il riconoscimento delle unioni civili, le ferie e permessi solidali, i 90 giorni per le vittime di violenza, la possibilità di fruire della 104 ad ore”.
“Il confronto non è stato facile ma siamo riusciti in una impresa che, all’inizio, appariva impossibile. Ora, con la firma finale le Amministrazioni sono chiamate ad adeguarsi a quanto previsto dal contratto – continua -. Dopo la chiusura di questa pagina se ne apra subito una nuova, a partire dalla revisione dell’ordinamento, nei mesi che mancano alla scadenza di questo contratto”.
“Ci aspettiamo che il Governo, questa volta, apra tempestivamente la nuova tornata contrattuale per il prossimo triennio 2019-2021 – conclude Sonia Ostrica -. In quella sede il nostro primo obiettivo sarà la stabilizzazione dell’indennità perequativa, definita nel nuovo testo ‘una tantum’, per confermare il sostegno in favore delle fasce di reddito ‘più deboli’”.
Condividi:

Argomenti: