item-thumbnail

Trasferimenti, assunzioni, assegnazioni provvisorie, supplenze entro metà agosto 2018: l’impegno della Fedeli

di redazione

Nel suo discorso alla Camera il Ministro Fedeli ha indicato una timeline accelerata per le operazioni del prossimo anno scolastico. Tutti i docenti, questa volta, dovranno essere a scuola fin dal primo giorno.

L’obiettivo è concludere tutte le operazioni sino ad un mese prima rispetto ai tempi che hanno caratterizzato l’avvio dell’a.s. 2017/18. Certamente chi lavora nella scuola sa che non è stato esattamente così: è sufficiente un giro sui siti web degli Uffici Scolastici per leggere ancora decreti di rettifica e integrazione delle assegnazioni provvisorie, nonché convocazioni per le supplenze. E se non c’è stato il caos dello scorso anno, non possiamo ancora essere soddisfatti, ma di certo si può migliorare.

Ed è proprio quello che si propone il Ministro. Entro metà agosto del 2018 i giochi dovranno essere fatti. “Le scuole – afferma la Fedeli – potranno così trascorrere buona parte del mese di agosto libere da adempimenti burocratici, i dirigenti scolastici, i docenti e il personale ATA avere certezze anticipate sul loro futuro lavorativo e gli studenti e le famiglie potranno avere certezza, se possibile ancora più di quest’anno, della presenza di tutti i docenti in classe sin dal primo giorno di scuola”.

Il primo passo sarà la convocazione dei sindacati per la stesura del nuovo contratto sulla mobilità che, se ascoltiamo solo la campana ministeriale, dovrà essere triennale. Ma non sappiamo ancora cosa porteranno sul tavolo i sindacati.

Mobilità, Fedeli: prossimo contratto inizia tra un mese e sarà triennale per consentire regole certe a docenti e scuole

Condividi: