Tema su “amor patrio”, interrogazione di Fratoianni (LeU)

di redazione

Comunicato LeU – Nelle settimane scorse hanno avuto notevole eco mediatico le polemiche e le proteste delle famiglie innescate dalla decisione di una scuola media di Mantova di assegnare agli alunni un tema sull’amor di patria e inviarlo, peraltro senza consenso dei genitori, ad un concorso indetto dalla “Piccola Caprera di Ponti sul Mincio”, luogo caro a fascisti e neofascisti come «Museo Reggimentale Giovani Fascisti di Bir el Gobi» .

Ora il caso giunge in Parlamento, dove i deputati di Liberi e Uguali, primo firmatario Nicola Fratoianni, hanno presentato un’interrogazione al governo.

“Vogliamo sapere dal ministro Bussetti – prosegue il parlamentare di Leu – cosa intenda fare per evitare che si ripeta quanto accaduto, per evitare che le scuole del nostro Paese aderiscano a bandi e concorsi promossi da associazioni che vogliono celebrare la storia neofascista e quali provvedimenti abbia assunto l’Ufficio Scolastico della Lombardia nei confronti dei docenti responsabili di quanto avvenuto a Mantova.

“A 80 anni esatti dalle infami leggi razziali non è ammissibile – conclude Fratoianni – che a degli studenti del nostro Paese le Istituzioni scolastiche offrano occasioni di tal genere in totale disprezzo dei valori antifascisti della Costituzione italiana.”

L’interrogazione

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: