item-thumbnail

Tagli alla scuola, meno 12 mln al primo ciclo e 4 al secondo. Decreto assestamento bilancio dello Stato

di redazione

Ritorniamo su un argomento affrontato alcuni giorni fa relativo al taglio di risorse a scuola e università presente nel decreto di assestamento del bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2019, approvato in Senato e adesso al vaglio della Camera.

Tagli alla scuola: meno otto milioni per carta docente e meno cinque per assunzioni

Questi i tagli di cui avevamo dato notizia nei giorni scorsi:

  • Per il 2019 viene istituto uno specifico fondo per l’erogazione dell’indennità per il DSGA che copra posti comuni a più istituzioni. Il Fondo è pari a € 5.174.040 e le risorse sono rivenienti dalla riduzione del fondo di funzionamento delle scuole del primo ciclo e del fondo di funzionamento delle scuole di II grado.
  • È prevista una riduzione di oltre 14 milioni di euro del fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche del I ciclo (una parte come già detto è destinato al fondo DSGA, vedi punto precedente)
  • È prevista una riduzione di 8 milioni di euro delle risorse destinate alla carta del docente
  • È prevista una riduzione di 5 milioni di euro (su 13,5) delle risorse per le procedure di reclutamento del personale docente
  • È prevista una Riduzione di 16 milioni di euro del Fondo di Funzionamento Ordinario delle università. Le risorse sono trasportate al nuovo capitolo dedicato destinato alle spese per la fornitura dei servizi ICT

Ai tagli sopra riportati se ne aggiungono degli altri posti in essere con atti amministrativi:

  • Una riduzione di oltre 60 milioni di euro delle spese per supplenze brevi della scuola dell’infanzia, spostate al corrispondente capitolo della scuola secondaria di I grado
  • L’Aumento di 25 milioni di euro il fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca afferenti al MIUR.

Al taglio di risorse sopra riportato, come riferisce la Flc Cgil, si aggiunge la conferma dell’accantonamento e dell’indisponibilità di 100 milioni di euro, secondo quanto previsto dalla legge di bilancio 2019. Tale taglio, scrive il predetto sindacato, di fatto diventa con il disegno di legge di assestamento strutturale. 

Queste le voci che vedranno una riduzione delle risorse:

  • Istruzione del primo ciclo: 12 milioni di euro
  • Istruzione del secondo ciclo: 4 milioni di euro
  • Reclutamento e aggiornamento dei dirigenti scolastici e del personale scolastico per l’istruzione: 13 milioni
  • Diritto allo studio e sviluppo della formazione superiore: 31 milioni
  • Sistema universitario e formazione post-universitaria: 40 milioni

Confermata anche la proiezione triennale delle spese di personale per i posti di sostegno in deroga e per l’organico di fatto, proiezione che prevede l’azzeramento al terzo anno delle relative spese.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: