item-thumbnail

Studenti filmano i prof, ma loro li convincono con il dialogo a rimuovere i video

di Elisabetta Tonni

Alcuni studenti di un liceo linguistico nei pressi di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, hanno utilizzato i loro cellulari per filmare gli insegnanti a loro insaputa e rivedere le registrazioni irriverenti, facendole girare sui social per ridacchiare con i loro compagni.

L’uso degli smartphone nelle scuole italiane è disciplinato dai regolamenti di Istituto, ma in queste settimane si discute se proibire il loro uso nelle aule anche per legge sulla falsa riga di quanto stabilito in Francia   (ricordiamo comunque  che il divieto è già previsto dalla Direttiva Fioroni).

Situazione risolta con il dialogo professori e studenti

Come riferisce il Giornale di Vicenza, i liceali avrebbero fatto girare per un po’ di tempo le immagini postate. I docenti si sono però attivati e hanno cercato di sensibilizzare gli studenti sulle conseguenze anche penali (oltre che disciplinari) della loro bravata. Solo dopo questo intervento, i novelli e improvvisati registi hanno rimosso i video dalla Rete.

Il dirigente scolastico ha affermato che “è scritto chiaramente nel regolamento che i cellulari vanno spenti prima di entrare in classe. Ci sono dei ruoli che vanno rispettati. Con il loro gesto, gli alunni hanno denigrato persone adulte che svolgono seriamente e con passione il loro mestiere. Bene che sia stato trovato un accomodamento in chiave educativa, ma per quanto mi riguarda richiamerò gli interessati a un maggior senso di responsabilità”.

Condividi:

Argomenti: