Studente ligure viola registro elettronico della prof

di

Nessuna peripezia informatica, nessun genio nella violazione dei sistemi di sicurezza, ma una semplice distrazione della prof che ha digitato la password davanti al ragazzo che ne ha memorizzato la sequenza ed utilizzata per accedere al registro elettronico. Come proteggere la password.

Nessuna peripezia informatica, nessun genio nella violazione dei sistemi di sicurezza, ma una semplice distrazione della prof che ha digitato la password davanti al ragazzo che ne ha memorizzato la sequenza ed utilizzata per accedere al registro elettronico. Come proteggere la password.

Una volta avuto l’accesso ha modificato i propri voti di matematica, facendo contenti mamma e papà per il miglioramento in questa materia che fino a quel momento era risultata alquanto ostica. Ma la prof ha mangiato la foglia e ha avvertito il Dirigente.

La polizia postale ha, poi, fatto le proprie indagini ed è risalita al colpevole che rischia la promozione per il voto in condotta.

E’ bene ricordare alcune importanti precauzioni per quanto riguarda la password:

  1. deve avere durata annuale
  2. deve contenere lettere maiuscole e simboli come: virgole, percentuali, punti interrogativi etc
  3. devono essere lunghe, 20 caratteri sarebbe l’ideale
  4. e non devono contenere informazioni personali

E poi, custodite, come un segreto, non scrivetela, memorizzatela e digitatela lontano da sguardi indiscreti che possano carpirla. Attenzione, perché le password possono essere intercettate anche solo guardando la loro digitazione sulla tastiera.

Registro elettronico e sicurezza, alcuni consigli. Prevenire è meglio che curare

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: