item-thumbnail

Stipendio docenti e ATA, a luglio l’ultimo piccolo miniaumento

di redazione

A luglio si conclude il processo di adeguamento dello stipendio del personale docente e ATA con l’indennità di vacanza contrattuale.

Nello stipendio del mese di maggio 2019  sono stati applicati gli arretrati derivanti dal conguaglio dell’elemento perequativo.

A giugno l’indennità di vacanza contrattuale è stata erogata in base al gradone di appartenenza e non più come unico gradone, come fatto per i mesi di aprile e maggio.

A luglio l’indennità di vacanza contrattuale aumenterà ulteriormente da 5,88 a 10,99 euro (la somma non si aggiunge a quella di aprile, ma la sostituisce). Il calcolo per fascia di anzianità

La nuova indennità di vacanza contrattuale sarà erogata fino a quando non si stipulerà un nuovo contratto.

Le tasse da pagare

Dal mese di marzo fino a novembre lo stipendio dei pubblici dipendenti è invece gravato dalle “addizionali regionali e comunali. Controlla le aliquote

Queste purtroppo a volte superano la somma dell’indennità di vacanza contrattuale, che viene così annullata fino a non far sentire la sua “presenza”.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi:

Argomenti: