item-thumbnail

Stipendi P.A.: alla scuola più assunzioni, ma stipendi più bassi

di redazione

La Ragioneria dello Stato ha pubblicato gli ultimi dati relativi al 2016: segnano un boom le posizioni cosiddette flessibili, in rialzo del 7,8%, quasi 23mila in più in un anno.

Gli stabili sono 3 milioni 43 mila mentre circa 313 mila unità sono legate a una scadenza: i rapporti a tempo determinato sono 288.946 mila e si concentrano anche in rialzo nella scuola (circa 163 mila) e nella sanità (33 mila); il resto si divide tra il lavoro interinale e quello socialmente utile.

Il costo del lavoro nella Pubblica Amministrazione si aggira intorno ai 159 miliardi di euro e ancora non risentono degli aumenti del rinnovo contrattuale e “rispetto al 2009, l’anno in cui la spesa è stata massima, al netto dei nuovi enti – entrati nel conto nel frattempo – nel 2016 sono stati spesi per il pubblico impiego circa 12 miliardi in meno”, osserva l’Rgs.

Nell’ultimo anno è in calo anche la retribuzione media complessiva, passata da 34.511 euro a 34.435. Sono quindi stati persi 76 euro a testa. Come sempre, gli stipendi più bassi sono quelli della scuola (28.403), seguono quelli degli enti locali (29.081) e dei ministeri (30.695). Ben altre cifre per magistrati (138.268), prefetti (93.026) e diplomatici (92.819).

A ottobre si riparte con la stagione dei rinnovi contrattuali da inserire nella legge di Bilancio.

Condividi:

Argomenti: