item-thumbnail

Sottosegretario Giuliano, elimineremo chiamata diretta definitivamente pima possibile

di redazione

Il Sottosegretario Giuliano ha risposto ad una interrogazione parlamentare presentata dagli onorevoli Toccafondi e Fusacchia.

Disinnescata con il contratto, come ha ricordato il Sottosegretario durante la sua risposta, non è stato che il primo passo sugli interventi relativi alla cosiddetta “chiamata diretta” degli insegnanti da parte dei presidi.

Una soluzione adottata dalla legge 107 per assegnare i docenti alle scuole che, secondo il sottosegretario, “ha manifestato criticità riconducibili all’ampia discrezionalità lasciata al dirigente scolastico“.

Altro problema, secondo il rappresentante del Governo, è stato l’incombere a carico del dirigente di numerose responsabilità legate proprio all’individuazione per competenze dei docenti.

Con l’accordo siglato con i sindacati relativamente alle procedure di mobilità il governo è intervenuto nella “chiamata diretta” “riducendone il campo d’azione“.

Ma non basta, infatti, ha affermato Giuliano, “con tale scelta, si procederà, nel primo provvedimento legislativo utile, a modificare i commi da 79 a 82 della legge 107/15 al fine di pervenire all’eliminazione dello strumento della cosiddetta « chiamata diretta ».

Condividi: