item-thumbnail

Sostegno primaria/Infanzia, concorso per soli titoli senza vincolo servizio. Lettera

di redazione

Inviato da Lucia Lozzi – Gentilissimi Parlamentari, siamo docenti diplomati, abilitati, laureati e specializzati su sostegno per la scuola Primaria e dell’Infanzia.

Siamo ancora una volta a richiamare la vostra attenzione sulla delicata questione della “EMERGENZA INSEGNANTI DI SOSTEGNO IN TUTTA ITALIA”, così come dichiarato sul portale Miuristruzione.it già dallo scorso anno scolastico.

Si è da qualche mese concluso il III Ciclo di Specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità per la scuola Primaria e dell’Infanzia che ha formato un numero di docenti di gran lunga inferiore al reale fabbisogno delle istituzioni scolastiche italiane, dove si registrano altresì, graduatorie esaurite.

Già per l’a. s. 2017/2018, si prevedevano 10.000 studenti disabili in più, e questo lo affermava proprio un documento del Miur reperibile sul portale su indicato il quale, evidenziava un numero di alunni con disabilità pari a 234.650, con 38.769 posti in deroga.

A fronte di ciò, siamo a chiedervi di prevedere una FASE TRANSITORIA PER GLI ABILITATI E SPECIALIZZATI SU SOSTEGNO DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELL’INFANZIA, CHE CONSISTA NELLA PARTECIPAZIONE AD UNA PROCEDURA CONCORSUALE PER SOLI TITOLI E UN COLLOQUIO NON SELETTIVO che veda il ruolo meritato subito .

Considerando che:

1) Non vi sono parti contro interessate a tale richiesta.
2) Tanti di noi, pur lavorando a scuola da diversi anni, non riescono a raggiungere i 180 gg in un anno poiché, solo una minima percentuale riesce ad ottenere incarichi annuali che ne consentono il raggiungimento. Tutti gli altri invece, riescono per lo più a ricevere incarichi da seconda fascia ad anno scolastico inoltrato e con contratti che escludono puntualmente festività, ponti e addirittura anche i sabati e le domeniche. Altri ancora non hanno i due anni e l’anno di tirocinio e frequenza del corso hanno impedito anche di accettare supplenze.
3) Abbiamo superato un concorso altamente selettivo per accedere al corso in oggetto; abbiamo sostenuto preselezioni, prove scritte, orali, esami, frequentato laboratori con tanto di esame finale, tesi e TIC. ( che tutti dovrebbero fare e non bypassare.
4) Ultimo punto, ma sicuramente il più importante: il DIRITTO DEGLI ALUNNI DISABILI AD AVERE INSEGNANTI QUALIFICATI CHE POSSANO GARANTIRE LORO QUELLA CONTINUITA’ DIDATTICA INDISPENSABILE ALLA LORO SERENA INCLUSIONE SCOLASTICA E SOCIALE.
Siamo certi che valuterete con serietà e coscienza la nostra lecita proposta.
Ci piacerebbe concludere questa lettera con le parole del docente-scrittore Giuseppe Pontiggia:

“ Questi bambini nascono due volte.
Devono imparare a muoversi in un mondo che la prima nascita ha reso più difficile.
La seconda dipende da voi, da quello che saprete dare.
Sono nati due volte e il percorso sarà più tormentato.
Ma alla fine anche per voi sarà una rinascita”.

In questo caso la loro rinascita dipenderà ANCHE DA VOI !
Gli specializzati del TFA III CICLO INFANZIA E PRIMARIA.
Cordiali saluti

Condividi: