item-thumbnail

Sistema 0-6 educatori servizi infanzia, corso specializzazione per laureati in SFP. Il decreto

di redazione

Pubblicato il DM n. 378/2018, in attuazione di quanto previsto dall’articolo 14 del decreto legislativo n. 65/2017.

Educatore  dei servizi educativi per l’infanzia

Il decreto legislativo n. 65/2017, attuativo della legge 107, prevede che, per accedere alla professione di educatore dei servizi educativi per l’infanzia, sia necessario il conseguimento di una delle seguenti lauree:

  • laurea nella classe L-19 ad indirizzo specifico per educatori dei servizi educativi per l’infanzia;
  • laurea quinquennale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria (LM-85bis), integrata da un corso di specializzazione per complessivi 60 CFU, da svolgersi presso le università.

Il DM n. 378/2018, di cui sopra, disciplina il predetto corso di specializzazione per complessivi 60 CFU, definendo:

  • le modalità d’accesso al medesimo;
  • il riconoscimento di CFU già acquisiti;
  • le attività formative e il tirocinio da svolgere;
  • il tutor;
  • la prova finale.

Passaggio dal vecchio al nuovo regime

La nota di trasmissione del decreto n. 378/2018 fornisce alcune indicazioni al fine di gestire la fase transitoria dal vecchio al nuovo regime, riguardanti anche i laureati L-19 tra il 1° giugno 2017 e l’avvio dell’anno scolastico 2019/2020.

Laureati Scienze dell’educazione L19 e SFP potranno ancora lavorare come educatori nei centri infanzia. Decreto Miur

Al fine di gestire il passaggio dal vecchio al nuovo regime, la nota indica quanto segue:

  • la nuova disciplina si applichi per gli accessi alla professione dall’anno scolastico 2019/2020, con ciò facendo salvi gli accessi avvenuti in precedenza;
  • continuino ad avere validità i titoli, riconosciuti in precedenza validi dalla
    normativa regionale, conseguiti entro la data di entrata in vigore del decreto
    legislativo.

nota e decreto

Condividi: