item-thumbnail

Scuole scendono in piazza il 4 maggio 2018 per chiedere pace in Siria

di redazione

Scuole per la pace – Sono già decine le scuole italiane che hanno accettato l’invito a partecipare all’iniziativa, prevista per il 4 maggio alle ore 11.00, di lanciare un appello per fermare la guerra in Siria.

Scuole in piazza per la pace in Siria” è una manifestazione libera e spontanea: ogni scuola organizza autonomamente, o in rete, una dimostrazione pubblica nella propria città o nel territorio, per richiamare l’attenzione della collettività sul drammatico destino del popolo siriano, distrutto, devastato e martoriato da oltre sette anni di guerra, e scuotere le coscienze sul dramma di una catastrofe neanche troppo lontana geograficamente dal nostro paese.

Il popolo siriano sta lanciando da troppo tempo un urlo accorato di aiuto: la Scuola non può rimanere indifferente, soprattutto perché è in ogni aula che si seminano Pace e Solidarietà.

È a scuola che abbiamo imparato come 70 anni fa si compì un orrore simile, nell’indifferenza generale.

È a scuola che ci siamo chiesti come sia potuto accadere l’Olocausto, senza che la gente manifestasse il suo dissenso.

E’ nella Scuola “aperta a tutti” che, con la libertà dell’insegnamento, Pace, Solidarietà e Convivenza civile non sono parole vuote ma attività quotidiana.

“Scuole in piazza per la pace in Siria nasce dalla libera e spontanea iniziativa di alcuni operatori scolastici che credono nella Scuola come fucina di cultura e di saperi e, soprattutto, come istituzione indipendente dove, ogni giorno, milioni di persone lavorano e studiano seminando per un mondo migliore. Non c’è un ente promotore e, in aderenza alla missione della Scuola Pubblica, la manifestazione è neutrale rispetto ai risvolti politici della guerra: l’iniziativa vuole essere solo un appello per il diritto di tutti alla Pace.

Perché il sorriso delle bambine e dei bambini è il regalo più bello che ogni operatore scolastico desidera ricevere. Sempre. E in nome dei sorrisi innocenti dei bimbi non è più possibile tollerare che, in altre parti del mondo, sia negata l’infanzia a causa di una guerra senza senso, come tutte le guerre.

Si invitano le scuole che ancora non l’hanno fatto ad aderire alla manifestazione.

Tutte le informazioni sul sito https://scuoleinpiazzaperl.wixsite.com/scuoleinpiazzasiria e sul gruppo Facebook Scuole in Piazza per la pace in Siria – #ScuoleinpiazzaperlaSiria

Condividi:

Argomenti: