item-thumbnail

Riforma pensioni 2019: quiescenza con quota 100 o pensione anticipata

di Consulente Fiscale

Conviene maggiormente accedere alla pensione con l’anticipata requisiti legge Fornero o con la quota 100 circa 11 mesi prima? La scelta è personale.

A marzo 2019 compio 63 anni ed il 31 dicembre 2019 avrò 42 anni ed 11 mesi di contributi nel settore della scuola. Mi chiedo:
1) potrò fare domanda di pensione anticipata?
2) potrò fare domanda di quota 100 e con quale probabile penalizzazione visto che il 31 dicembre 2019 avrò 42 anni e 10 mesi richiesti dalla legge Fornero?
Grazie anticipate della risposta

Essendo in possesso per i requisiti di accesso alla quota 100 già a dicembre 2018 potrebbe avere la decorrenza della pensione fin dal 1 aprile 2019 senza alcuna penalizzazione sul calcolo dell’assegno pensionistico, poichè per la quota 100 il calcolo viene effettuato come segue:

  • Per chi ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995 il calcolo della pensione sarà interamente contributivo.
  • Il calcolo retributivo resta per i contributi versati fino al 31 dicembre 2011 per chi aveva maturato 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995.
  • Il calcolo retributivo per i contributi versati fino al 31 dicembre 1995 per tutti coloro che in tale data lavoravano ma non avevano maturato 18 anni di contributi.

In alternativa può scegliere di maturare i requisiti per accedere la pensione anticipata (novembre 2019)  e accedere alla stessa 3 mesi dopo la maturazione degli stessi, ovvero dal 1 marzo 2020.

La scelta è ovviamente sua, tenendo conto che l’unica differenza sull’assegno pensionistico sarà rappresentata dagli 11 mesi di contributi in più versati.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi:

Argomenti: