Riforma PA. No mobilità obbligatoria per docenti soprannumerari. Riforma pensioni, più posti per i precari. Edilizia

di

red – Tra le novità che riguardano la scuola anche l’edilizia e l’utilizzo delle caserme per la costruzione di nuovi asili. False le notizie che circolano relativamente alla mobilità obbligatoria anche per i docenti. Anche le norme sul turn over non riguardano la scuola. CISL: dov’è la riforma? ANIEF: sindacati imbavagliati

red – Tra le novità che riguardano la scuola anche l’edilizia e l’utilizzo delle caserme per la costruzione di nuovi asili. False le notizie che circolano relativamente alla mobilità obbligatoria anche per i docenti. Anche le norme sul turn over non riguardano la scuola. CISL: dov’è la riforma? ANIEF: sindacati imbavagliati

Misure che non riguardano la scuola

Partiamo da queste ultime due questione. Infatti, nel testo della riforma sulla Pubblica Amministrazione, l’articolo 4 affronta le problematiche relative alla mobilità dei dipendenti pubblici. Le norme parlano di mobilità obbligatoria e volontaria, di cambio di sede entro 50km dalla residente e altre iniziative per affrontare il problema della soprannumerarietà. L’articolo in questione modifica l’articolo 30 del Decreto legislativo del 30 marzo, n. 165 e non riguarda la scuola. False, dunque, le notizie che vogliono invece porre un dubbio sulla validità anche per i docenti soprannumerari, si tratta di notizie create ad artificio per rubare qualche click in più.

Anticipiamo il prossimo articolo sensazionalista dei soliti siti fake, nella riforma si affronta pure la modifica delle rigide regole che riguardano il turn over. Rispetto alla prima bozza del Decreto, l’articolo in questione, il terzo, riporta chiaramente la dicitura che non riguarda il mondo della scuola. Lo sottolineiamo onde evitare possibili fraintendimenti e speculazioni.

Seguici anche su FaceBook

Misure che riguardano la scuola

Come anticipato dalla nostra redazione, l’articolo 1 affronta la questione del trattenimento in servizio. Viene confermata l’abrogazione della normativa che riguarda il trattenimento in servizio oltre i limiti dell’età pensionabile. Una misura che punta a liberare posti per i giovani. A quanto ammontano le cifre? Secondo cifre non ufficiali, sarebbero circa 15mila i posti per tutta la pubblica amministrazione. Per la scuola, purtroppo, non ci sono cifre ufficiali, si aggirano intorno a qualche migliaio. Vedi la nostra anticipazione

Per quanto riguarda l’edilizia, vengono stanziati 30mln di euro per i 2014 per il riadattamento di caserme dismesse ad asili nido.

Sempre per l’edilizia scolastica, sarà esclusa dal Patto di Stabilità interno per i Comuni che ne hanno fatto richiesta

Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha informato il Cdm di avere firmato un Dpcm, concernente l’individuazione dei Comuni beneficiari, e del relativo importo, dell’esclusione dal Patto di stabilità interno, per gli anni 2014 e 2015, delle spese sostenute per interventi di edilizia scolastica, ai sensi dell’articolo 31, comma 14-ter, della legge 12 novembre 2011 n. 183.

Vedi anche

Nella riforma della PA si abroga il CNPI. Così salvano liceo quadriennale. Al via riforma organi collegiali

Distacchi sindacali ridotti del 50%

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: