item-thumbnail

Regali di fine anno a maestre, docenti e dirigenti: se il valore supera i 150 euro si può essere anche licenziati

di redazione

Le lezioni stanno ormai terminando e, soprattutto alla scuola primaria e dell’infanzia, le famiglie fanno dei regali alle maestre. 

Esistono dei limiti? E’ lecito accettare regali dalle famiglie o dagli alunni?

Regolamento

La materia è disciplinata dal codice di comportamento per la Pubblica amministrazione emanato dall’ex Ministro Brunetta.

L’articolo 4 del succitato Regolamento prevede per il dipendente il divieto di:

  • chiedere o sollecitare per sé o per altri, regali o altre utilità
  • accettare, per sé o per altri, regali o altre utilità, salvo quelli di modico valore (indicato nella somma di 150 euro)
  • accettare, per sè o per altri, da un proprio subordinato, direttamente o indirettamente, regali o altre utilità, salvo quelli d’uso di modico valore.

Sanzioni

Le sanzioni, stando a quanto detto sopra, scattano nel caso in cui si chiedano o accettino regali di valore superiore a 150 euro e consistono in:

  • multa o sanzione pecuniaria oppure
  • sospensione dal servizio.

Le stesse sanzioni sono previste per il Dirigente che ha omesso vigilanza.

La pena si inasprisce se il regalo è ricevuto a titolo di corrispettivo per attività dovuta. In tal caso si va dalla sospensione dal servizio da 3 a 6 anni al licenziamento.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: