item-thumbnail

Questione ITP inseriti in seconda fascia. Lettera

di redazione

Inviato da Giuseppe Occhiuto – Carissimo Orizzonte Scuola
Con tutto il marasma in atto, io e molti altri colleghi ci chiediamo come mai nessuno parli della questione ITP inseriti in seconda fascia.

Un terremoto in atto che vede persone con un diploma 60/100 ed un ricorso pendente in cattedra a scapito di persone che hanno seguito la legge italiana in cattedra da 10 anni a casa.
Questa peste nera ha consentito a persone con 0 servizio di scavalcare colleghi con anni ed anni di sacrifici alle spalle.
Inoltre, lo scandalo più assurdo lo ritroviamo nelle assegnazioni del sostegno.
Ragazzetti del ’97 assegnati ad alunni problematici, DSA, BES.
E non venite a dirci che così non é perché la piaga dilaga nell’ assoluto silenzio da parte di tutti.
Io seguo spesso le discussioni sgrammaticate di questi “furbetti” su vari gruppi di discussione e veramente é aberrante il pensiero di queste persone in cattedra.
Ci chiediamo che cosa dovranno insegnare agli alunni?
Che qualità hanno per accaparrarsi 18 ore di sostegno e cosa raccontano ai malcapitati.
Le famiglie sanno che il sostegno del loro figlio é affidato ad una persona diplomata con 60/100 in un istituto professionale?
Ma sopra ogni cosa ci chiediamo:
COME MAI NESSUNO PARLA DELLA COSA GRAVISSIMA CHE STA SUCCEDENDO?

Con la speranza che qualcuno accolga l’ appello degli ultimi insegnanti romantici che seguono le leggi, con la speranza che il MIUR prenda atto di che cosa ha innescato questa cosa, con la speranza che qualcuno presto metta fine a questa ingiustizia assurda,

Cordialmente Vi saluto.

Un docente di terza fascia che ha seguito la legge.

Giuseppe Occhiuto.

Condividi: