item-thumbnail

Relazione decreto dignità: precedente Governo ha posto le “basi per azzeramento precariato”

di redazione

Il decreto dignità, com’è noto, è attualmente al vaglio della Camera dei Deputati per la conversione in legge, comprese le misure per i diplomati magistrali.

Relazione tecnica

L’avvenuto innalzamento delle facoltà assunzionali del personale docente sino al 100% dei posti vacanti e disponibili ha consentito di porre le basi per l’azzeramento del precariato. Il risultato è stato sostanzialmente raggiunto, quindi, con il concorso bandito a febbraio 2016 per complessivi 63.772 posti, con la saturazione dei posti vacanti e disponibili per la maggioranza delle classi di concorso”.

Così leggiamo nella relazione tecnica allegata alla “Decreto dignità” .

Il nuovo Esecutivo, dunque, riconosce il lavoro svolto dal precedente Governo PD in materia di precariato scolastico con la legge n. 107/2015, la cosiddetta Buona Scuola.

Diplomati magistrale e SFP: chi partecipa al concorso straordinario, chi a quello ordinario

Diplomati magistrale e SFP, ci sarà concorso riservato con due anni di servizio. Approvato, scarica il testo

Condividi: