item-thumbnail

Pensioni scuola e quota 100, ipotesi spostamento in segreteria e agevolazioni

di redazione

Pensioni quota 100 comincia a prendere forma in maniera più netta e i lavoratori della scuola, in possesso dei requisiti richiesti, sono in fibrillazione.

Domanda entro il 12 dicembre

Pensioni scuola: le domande vanno presentate entro il 12 dicembre. Per quella data non ci saranno ancora provvedimenti definitivi per quota 100. Speciale Pensioni scuola 2019

Quota 100 dovrebbe decollare a marzo 2019. Le date sono state comunicate dal Vicepremier Di Maio. “A fine marzo partirà il reddito – ha detto Di Maio – con sgravio contributivo pari al reddito e quota 100 che partirà tra
febbraio e marzo”

Lavoratori scuola esclusi da pensioni quota 100 per il 2019?

Nulla può ancora essere affermato in via definitiva. Già i sindacati infatti avevano riflettuto sulla problematica e anticipato una circolare integrativa e un successivo incontro al Miur (era metà novembre) nel caso in cui Quota 100 fosse decollato.

Al momento quindi è necessario attendere le decisioni che, nello specifico, verranno assunte per la scuola, fermo restando che “i conti” vanno fatti considerando che ad oggi i lavoratori della scuola non usufruiscono della prima finestra per quota 100.

Pensione da settembre 2020

I requisiti al momento conosciuti- scrive lo Snals – prevedono che coloro che hanno maturato i requisiti entro il 31/12 possano presentare domanda entro il 31.03.2019 e andare in pensione a settembre 2019. Coloro che invece matureranno i requisiti dopo tale data, e che avranno il diritto riconosciuto dopo l’1 settembre, potranno accedere alla pensione da settembre 2020.

Si è palesata la possibilità per gli insegnanti – continua lo Snals –  nel caso di pensionamento un anno dopo, di essere spostati su servizio amministrativo per consentire alla scuola la sostituzione in classe e la continuità didattica.

Divieto cumulo pensione con altri redditi

E’ previsto il divieto di cumulo della pensione con altri redditi da lavoro (tetto di 5mila euro e vale per gli anni di anticipo pensionistico utilizzati e si azzererà al raggiungimento dei 67 anni.)

Quota dell’indennità di buonuscita

Tra le tante ipotesi  – conclude lo Snals – c’è la possibilità per il personale scolastico che opti per tale ipotesi di pensionamento di usufruire anticipatamente di una quota dell’indennità di buonuscita mediante un prestito bancario a costo zero per l’interessato.

Pensioni: finestre per anticipate e precoci, nessun rinvio quota 100

Pensioni quota 100: requisiti e domanda entro il 31 marzo. Le novità

Condividi:

Argomenti: