item-thumbnail

Pensioni a partire dai 62 anni, superare la legge Fornero. 5 Paesi a confronto, Italia fanalino di coda

di redazione

Cgil e Fondazione Di Vittorio hanno presentato lo studio “I sistemi previdenziali in Europa”, da cui emerge che il sistema pensionistico italiano risulta tra i più penalizzanti.

Durante la presentazione Roberto Ghiselli segretario confederale della Cgil ha affermato ” È fondamentale reintrodurre un meccanismo di flessibilità in uscita in Italia, come previsto nella nostra piattaforma sindacale unitaria, con un’età di accesso al pensionamento a partire dai 62 anni, e occorre superare strutturalmente l’impianto della legge Monti-Fornero, introducendo i necessari elementi di sostenibilità, in particolare nei confronti dei giovani, delle donne, di chi svolge lavori manuali e gravosi, e dei lavoratori precoci”

ITALIA FANALINO DI CODA PER PENSIONE DI VECCHIAIA

Nella ricerca vengono comparati i diversi sistemi dei Paesi europei. L’Italia è il Paese in cui la pensione di vecchiaia è più alta, 67 anni sia per gli uomini che per le donne a partire dal 2019. In Germania si raggiungeranno i 67 anni solo nel 2029, in Spagna nel 2027.

La proposta della CGIL è quella di promuovere la previdenza complementare, a supporto e a sostegno della previdenza pubblica.

Condividi:

Argomenti: