item-thumbnail

Pensione con 15 anni di contributi: quando è possibile e come

di Consulente Fiscale

Quando è possibile il pensionamento con 15 anni di contributi in deroga alla Legge Fornero? Vediamo i requisiti richiesti per l’accesso.

Vi chiedo cortesemente una eventuale e migliore soluzione per il mio pensionamento riconoscendo in Voi la vostra professionalità essendo un sito affidabile che seguo da molto tempo. Sono una lavoratrice autonoma e attualmente lavoro presso un Albergo delle ISOLE EOLIE, con le mansioni di Cameriera ai piani, ho sempre lavorato ed ho 60 anni e quindici anni di contributi versati e forse qualche anno in più. Qui a Lipari Consulenti e Patronati, non hanno molto dimestichezza con le soluzioni di pensionamento ed è per questo che rivolgo Voi il quesito suddetto: desidererei andare in pensione a fine anno 2018, che tipo di pensione posso avere?  Spero tanto che possiate darmi una risposta e darmi la migliore soluzione. Grazie

 

Con 15 anni di contributi e 60 anni di età non è possibile accedere a nessun pensionamento, quindi, non le sarà possibile accedere alla pensione alla fine del 2018.

Il problema principale, a parte l’età molto giovane che non le permette l’accesso a nessuna forma pensionistica (solo alla pensione anticipata ma sono richiesti 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne nel 2018 che diventeranno 42 anni e 3 mesi dal 1 gennaio 2019), è il fatto che anche per accedere alla pensione di vecchiaia sono richiesti almeno 20 anni di contributi versati.

Pensione con 15 anni di contributi

Esistono però delle deroghe alla Riforma Fornero che permettono il pensionamento, al compimento dell’età anagrafica richiesta per l’accesso alla pensione di vecchiaia, con soli 15 anni di contributi. Vediamo, quindi, quali sono le deroghe in questione e i requisiti richiesti per l’accesso.

1° deroga Amato:  si può accedere alla pensione di vecchiaia con 66 anni e 7 mesi di età nel 2018 e 15 anni di contributi se le 780 settimane contributive sono state accreditate prima del 31/12/1992. Possono essere usati tutti i tipi di contributi e possono beneficiare di questa prima deroga i lavoratori iscritti al Fondo lavoratori dipendenti o alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi dell’Inps. La deroga si applica anche agli iscritti ex Inpdap, ex Enpals, ex Ipost.

2° deroga Amato: permette il pensionamento con 66 anni e 7 mesi di età e 15 anni di contributi solo a quei lavoratori che sono stati autorizzati al versamento dei contributi volontari prima del 31 dicembre 1992. Sono validi tutti i contributi e la deroga vale per i lavoratori dipendenti e autonomi iscritti all’Assicurazione generale obbligatoria dell’Inps e per gli iscritti ex Enpals ma non per gli ex Inpdap e gli ex Ipost.

3° deroga Amato: permette il pensionamento con 15 anni di contributi e 66 anni e 7 mesi di età ai soli lavoratori dipendenti iscritti all’Ago che abbiano versato il primo contributo almeno 25 anni prima, possiedono almeno 15 anni di contributi derivanti solo da lavoro effettivo e almeno 10 anni di questi contributi siano stati lavorati per periodi inferiori alle 52 settimane.

In conclusione

Lei non può accedere a nessuna delle 3 deroghe sopra indicate poichè non è in possesso dell’età richiesta per l’accesso (66 anni e 7 mesi). D’altro canto continuando a lavorare raggiungerà senza alcun dubbio i 20 anni di contributi al compimento dei 65 anni, ma in ogni caso dovrà attendere i 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Condividi:

Argomenti: