item-thumbnail

Pagamento supplenze brevi a.s. 2017/18, cosa devono fare scuole entro il 20 agosto

di redazione

Il Miur ha inviato un avviso alle scuole relativo ai contratti di supplenza breve e saltuaria a.s. 2017/18.

Gestione contratti 2017/18

Dal 20 agosto 2019 non sarà più possibile operare sui prospetti relativi all’a.s.2017-2018. Pertanto, entro la predetta data si deve concludere  tutto il processo di gestione dei contratti di supplenza breve a.s. 2017-2018.

La gestione dei contratti sarà terminata soltanto con l’accettazione degli stessi da parte di NoiPA e sempre che siano stati trasmessi ed accettati tutti i successivi eventi che riguardano il singolo rapporto di lavoro (rettifiche, assenze , risoluzioni anticipate, assegni al nucleo ecc.). Ciò soprattutto ai fini del corretto calcolo della retribuzione spettante al supplente.

Controllo prospetti

E’ possibile controllare se vi sono prospetti fermi da gestire accedendo alla funzione “Elenco RDL e prospetti della scuola operante”

In particolare il Miur ricorda che:

  • lo stato “In lavorazione” si riferisce ad un prospetto non ancora inoltrato dalla segreteria scolastica al D.S .per la convalida; la segreteria dovrebbe quindi provvedervi o effettuarne la cancellazione;
  • lo stato “Da convalidare” riguarda prospetti in attesa di convalida da parte del Dirigente scolastico;
  • lo stato “Convalidato” riguarda prospetti convalidati dal DS, ma non trasmessi dalla scuola a NoiPA per il pagamento;
  • tutti i prospetti nello stato “Rifiutato da NoiPA” devono nuovamente essere trasmessi dalla segreteria dopo la rimozione dell’errore che ne aveva causato il rifiuto, oppure cancellati; in particolare per i prospetti R-1 “Rifiutati da NoiPA” per errori nell’anagrafica occorre verificare attentamente gli estremi anagrafici, esclusivamente mediante il tesserino fiscale del supplente, rettificando ove necessario gli estremi anagrafici del prospetto rifiutato tramite la funzione di modifica R-1;
  • le assenze (V-1) devono essere gestite anch’esse entro il termine indicato, in modo che possano essere considerate ai fini del corretto calcolo della retribuzione;
  • è necessario verificare di aver comunicato tutte le altre informazioni , che in qualche modo possono avere effetti sulla retribuzione, quali ferie, risoluzione anticipata, A.N. ecc.
Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: