item-thumbnail

Organico e riduzione classi: con quante ore si diventa soprannumerari

di Giovanna Onnis

La contrazione nell’organico di un’istituzione scolastica causa esuberi per i docenti titolari nella scuola. Con quale contrazione oraria si individua il perdente posto

Una lettrice ci scrive:

“Sono docente titolare di cattedra in un istituto alberghiero. Questo anno, in base alle iscrizioni rischio di perdere o 2 o 4 ore. L’anno prossimo con molta probabilità e perdo altre 2.  Con quante ore sono docente in esubero?

La riduzione del numero di classi per il prossimo anno scolastico determina una contrazione nell’organico dell’autonomia dell’istituzione scolastica, con conseguenti esuberi  che coinvolgono i docenti titolari nella scuola posizionati in coda nella graduatoria interna di istituto.

Quando si viene dichiarati soprannumerari

Il docente che non ha più una cattedra completa in seguito alla contrazione nell’organico, se  l’ufficio scolastico provinciale non riesce a costituire una cattedra orario con completamento esterno salvaguardando la sua titolarità, viene dichiarato soprannumerario.

Nella scuola Secondaria di II grado, dove è titolare la nostra lettrice, se non è garantita la cattedra interna di 18 ore e non viene costituita una cattedra orario esterna, in base a quanto stabilito nella circolare sugli organici 2018/19, rimanendo in attesa di quella riguardante gli organici 2019/20, è possibile salvaguardare la titolarità di un docente anche con 15 ore se non vi sono spezzoni orari in altre scuole che consentono il completamento esterno. In questo caso si avrà una cattedra 15+3 all’interno della scuola con la possibilità di utilizzare le 3 ore per attività di potenziamento o recupero o comunque attività previste nel PTOF.

Nella circolare valida per il corrente anno scolastico si stabilisce infatti che nella scuola Secondaria le cattedre sono ricondotte tutte a 18 ore settimanali, “anche mediante l’individuazione di moduli organizzativi diversi da quelli previsti dai decreti costitutivi delle cattedre, salvaguardando l’unitarietà d’insegnamento di ciascuna disciplina. Fanno eccezione le cattedre che non sia possibile formare per complessive 18 ore anche ricorrendo ad una diversa organizzazione modulare, fermo restando che le stesse non potranno comunque avere un orario inferiore alle 15 ore settimanali. In tal caso l’orario necessario per completare la cattedra potrà essere impiegato per il potenziamento degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti e/o per attivare ulteriori insegnamenti, finalizzati al raggiungimento degli obiettivi previsti dal piano dell’offerta formativa

Sarà importante verificare nella specifica circolare valida per gli organici 2019/20, di prossima emanazione, se tale disposizione sarà confermata anche per il prossimo anno scolastico

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: