item-thumbnail

Organico di fatto 2018/19, meno posti rispetto al 2017/18. Accorpamento, sdoppiamento e istituzione nuove classi

di redazione

La nota Miur n. 16041 del 29/03/2018, volta a fornire istruzioni in merito alla dotazione organica del personale docente per l’a.s. 2018/19, dedica un apposito paragrafo all’organico di fatto.

AUMENTO POSTI ORGANICO AUTONOMIA E CONSEGUENZE SULL’ORGANICO DI FATTO

La legge di Bilancio (art. 1 comma 613), com’è noto, ha stanziato apposite risorse per l’aumento dei posti dell’organico dell’autonomia.

L’aumento, per il corrente anno scolastico, è pari a 3530 posti comuni.

L’incremento succitato ha come conseguenza una riduzione dei posti in organico di fatto, in quanto consolidati nel predetto organico dell’autonomia.

Pertanto, il numero di posti comuni dell’organico di fatto a.s. 2018/19 sarà pari a 15.232. Per approfondire clicca qui

 

ACCORPAMENTO CLASSI

In fase di costituzione dell’organico di fatto, se il numero di alunni previsto dovesse diminuire, i dirigenti scolastici procederanno all’accorpamento  delle classi, secondo quanto indicato dall’articolo 2 del decreto legge n. 212/2002.

SDOPPIAMENTO CLASSI

Lo sdoppiamento di classi esistenti o l’istituzione di nuove classi non è  possibile dopo l’inizio dell’anno scolastico (01/09).

E’ prevista, comunque, una deroga per cui si può procedere, anche ad anno scolastico iniziato, allo sdoppiamento o all’istituzione di nuove classi, in caso di incremento di alunni, dovuto al mancato recupero dei debiti formativi, la cui verifica sia stata programmata dopo il 31 agosto (ciò riguarda le scuole di II grado). La deroga non si applica, se le classi interessate non superano le 31 unità.

SDOPPIAMENTO CLASSI O ARTICOLAZIONE INSEGNAMENTI PER GRUPPI CLASSE

La legge n. 107/2015, al comma 7 – lettera n), indica tra gli obiettivi prioritari delle scuole:

apertura pomeridiana delle scuole e riduzione del numero di alunni e di studenti per classe o per articolazioni di gruppi di classi, anche con potenziamento del tempo scolastico o rimodulazione del monte orario rispetto a quanto indicato dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 2009, n. 89…

Alla luce della suddetta previsione, la nota prevede che i dirigenti, ferma restando la dotazione organica assegnata alla scuola, possano procedere allo sdoppiamento di classi o all’articolazione dell’insegnamento di alcune discipline per gruppi separati, anche con riferimento al rispetto dei parametri relativi alla capienza delle aule scolastiche.

POSTI SEZIONI CARCERARIE, OSPEDALIERE E ISTRUZIONI ADULTI

Nelle sezioni carcerarie, ospedaliere e per le attività relative ai corsi di istruzione per adulti è possibile attivare ulteriori posti, a condizione che vi sia personale in esubero non utilizzabile su posti e ore di insegnamento disponibili fino al termine delle attività didattiche.

AREE COLPITE RECENTI EVENTI SISMICI

Nelle aree colpite dai recenti eventi sismici si manterrà il numero di classi attuale, anche in deroga ai parametri previsti dalla normativa vigente.

E’ possibile, inoltre, aumentare il numero di classi  nei Comuni che hanno accolto gli studenti delle zone terremotate. L’incremento deve avvenire  nei limiti delle risorse assegnate e già comprensive dei predetti posti.

nota Miur

Organici 2018/19, confermati 3530 posti in più diritto e 800 posti potenziamento infanzia. Supplenze, potenziamento, sostegno. Nota Miur

Organici 2018/19, come si distribuiscono i posti tra le Regioni. Accantonamento e riduzione esubero

Condividi:

Argomenti: