item-thumbnail

No ai diplomati ITP nelle GaE, non sono abilitati. Lettera

di redazione

Alessandro Guerrisi – On. Loredana De Petris, Le scrivo per esprimere tutto il mio disappunto e quello dei miei colleghi in merito all’emendamento mille proroghe del 03-08-2018 da lei firmato e approvato al Senato, il quale prevede tra le varie stabilizzazioni quella degli ITP. 

Sono un docente di economia diritto inserito nella graduatoria di terza fascia in provincia di Udine. Lo scorso anno il Tar con varie ordinanze cautelari conformandosi a qualche sentenza dello stesso Tribunale amministrativo immetteva con riserva migliaia e migliaia di Itp, il diploma tecnico pratico veniva considerato “abilitante” con la conseguenza che i vari istituti scolastici italiani provvedevano a inserire gli stessi in seconda fascia.

Questi provvedimenti, discutibili nel merito , determinavano la difficoltà o addirittura l’impossibilità per migliaia e migliaia di docenti di poter ricoprire cattedre sul sostegno, posti appunto assegnati agli Itp vista la mancanza di insegnanti specializzati in tale settore. Il danno arrecato a migliaia e migliaia di docenti è stato enorme. Tutti noi abbiamo ottenuto un titolo di Laurea con dedizione e sacrifici economici rilevanti, in particolare per chi è stato come me fuori sede.

La sentenza del Consiglio di Stato n.05751/2018 pubblicata di recente ha ridato dignità alla nostra categoria ristabilendo giustizia e affermando chiaramente ” il valore non abilitante del diploma tecnico pratico”.

Lei oggi con questo emendamento illegittimo non tiene conto di questa importantissima pronuncia del Giudice amministrativo di ultima istanza ma prosegue su una strada errata, tutelando una categoria, quella degli ITP che con un diploma si ritroverebbero a ricoprire cattedre a tempo indeterminato discriminando chi invece ha conseguito lauree o altri master di primo o secondo livello.

Questo è il valore della sinistra oggi? Le parlo da elettore di centro sinistra che ha sempre considerato “l’art. 3” della Costituzione norma basilare per la nostra democrazia che oggi lei lede palesemente.

Noi pretendiamo rispetto che merita la classe docente, non discriminiamo chi ha conseguito il solo diploma ma non le consentiremo di trattarci come una categoria da serie B.

Esprimiamo la nostra totale contrarietà al suo emendamento favorevole all’apertura Gae per i diplomati ITP.

Diplomati magistrale, TFA, Pas, SFP e ITP entrano in GaE, approvato emendamento De Petris

Condividi: