item-thumbnail

Mobilità ATA, domande fino a domani 27 aprile: quali si possono presentare e quali prevalgono

di redazione

Mobilità ATA 2020/21, quali domande si possono presentare e quale prevale in caso di presentazione di più istanze.

Tempistica

Di seguito le date di presentazione delle domande, di comunicazione delle domande e dei posti al SIDI e di pubblicazione dei movimenti:

Presentazione domande sino al 27 aprile 2020;

Comunicazione domande e posti disponibili al SIDI entro l’8 giugno 2020;

Pubblicazione esiti il 2 luglio;

Domande di trasferimento e passaggio

Il presenta ATA interessato può presentare le seguenti domande:

  1. trasferimento nell’ambito della provincia di titolarità
  2. trasferimento in una sola altra provincia diversa da quella di titolarità
  3. congiuntamente nell’ambito della provincia di titolarità e in una (sola) provincia diversa
  4. passaggio di profilo della stessa area provinciale;
  5. passaggio di profilo della stessa area interprovinciale.

Quale domanda prevale

In caso di presentazione di più domande di trasferimento o di trasferimento e passaggio prevale il movimento di seguito indicato:

  1. in caso di presentazione di domanda di trasferimento provinciale e interprovinciale, prevale quest’ultima (quella interprovinciale, se accolta);
  2. in caso di presentazione di domanda di trasferimento provinciale e passaggio provinciale, prevale la domanda di passaggio (se accolta naturalmente);
  3. in caso di presentazione di domanda di trasferimento interprovinciale e passaggio interprovinciale per la stessa provincia, prevale la domanda di passaggio ( sempre se accolta);
  4.  in caso di presentazione di domanda di trasferimento interprovinciale e passaggio provinciale, prevale domanda di trasferimento interprovinciale (sempre se accolta).

Preferenze esprimibili

Le preferenze esprimibili nella domanda sono al massimo 15 e possono essere del seguente tipo:

a) scuola;
b) distretto;
c) comune;
d) provincia;
e) centro territoriale riorganizzato nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti ai sensi di quanto disposto dal D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263.

Se si esprimono preferenze sintetiche, è possibile indicare l’ordine in cui esaminare le scuole oppure escludere le scuole di un certo grado di istruzione, compilando le apposite caselle del modulo domanda e indicando l’ordine di trattazione dei vari tipi di scuola.

Nel caso in cui non venga indicato nessun un ordine o non si escludano scuole di un determinato grado di istruzione, l’assegnazione della sede verrà disposta per una qualsiasi delle scuole del distretto, comune o provincia, prendendo in esame nell’ordine:

  1. le scuole primarie
  2. le secondarie di primo grado
  3. le secondarie di secondo grado

Mobilità ATA 2020: da oggi si presentano domande. Province e preferenze esprimibili, ordine scuole [GUIDA]

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: