item-thumbnail

Minacce a Senatore Pittoni su riapertura Gae. Lui: “Difficile definirli educatori”

di Elisabetta Tonni

Mario Pittoni si dice costretto a chiudere il dialogo sviluppato finora, ma dovrà farlo a seguito degli insulti e minacce ricevute su Facebook per aver precisato che la riapertura delle Gae avanzata in Senato era un errore, spiegando come si sarebbe posto rimedio. 

La precisazione del presidente della Commissione Istruzione di Palazzo Madama, secondo il quale già al Senato oppure alla Camera si sarebbe posto rimedio all’emendamento presentato da LeU nel milleproroghe ha scatenato l’ira sul suo profilo social.

Contattato al telefono da Orizzonte Scuola, il Senatore non esclude che il materiale possa finire al vaglio della polizia postale e che la situazione possa avere un prosieguo per vie legali.

Le minacce e gli insulti che hanno sorpreso il Senatore sono stati solo in parte compensati da messaggi di solidarietà.

E’ lo stesso Pittoni a scrivere ancora sul suo profilo un post dove si legge: “Mi scuso fin d’ora se sarò costretto a chiudere il dialogo sviluppato in questi anni a seguito di offese, minacce e intimidazioni di alcune figure che mi è sempre più difficile definire ‘educatori’ e che fanno male all’intera categoria dei precari della scuola. Studieremo al riguardo misure a salvaguardia degli studenti. Non c’è infatti solo il razzismo“.

Condividi:

Argomenti: