item-thumbnail

Messa a disposizione: previsto boom di mad online in assenza di concorsi e graduatorie. Voglioinsegnare.it

Messaggio sponsorizzato

Anche il prossimo anno scolastico si prevede un numero davvero elevato di supplenti e quindi di domande di messa a disposizione, ovvero le candidature spontanee previste dalla normativa scolastica italiana che possono essere presentate presso tutte le scuole italiane, per diventare insegnante o personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA), principalmente per un ruolo di supplenza per una delle classi di concorso previste.

Per ora niente concorsi né aggiornamento graduatorie

In base all’ultimo Decreto Scuola approvato, gli aggiornamenti delle graduatorie di seconda e terza fascia ci saranno il prossimo anno.

Quindi, per convocare i supplenti per il prossimo anno scolastico, si ricorrerà ai nominativi già presenti nelle graduatorie. Gli unici nuovi aggiunti saranno coloro che hanno ottenuto l’abilitazione al sostegno, e potranno inserirsi fino al 31 agosto 2020.

Per quanto riguarda i Concorsi Scuola, anche se si sostiene che usciranno a breve i bandi, passerà del tempo prima che si svolgano le prove in presenza, bisognerà infatti aspettare che cessi l’emergenza sanitaria.

Per questo motivo si prevede un vero e proprio boom di mad online questa estate, come pronosticato da Marcello Pacifico di Anief:

“Ci sarà il caos e una supplentite cronica. Il Governo cambi il testo e apra al reclutamento dei precari”. Intanto, il sindacato avvia una specifica petizione per chiedere l’assunzione nei ruoli anche dei precari della seconda e terza fascia d’istituto, perché il blocco dei concorsi rischia di compromettere il corretto avvio del nuovo anno scolastico.

Perché fare un invio programmato della messa a disposizione

L’invio programmato della mad ha diversi vantaggi:

  • permette di fare la mad in periodi più tranquilli dell’anno, non quindi a ridosso di agosto e settembre, dove ci sono tantissime mad in attesa;
  • è possibile inviare la mad programmata per ricevere una consulenza migliore e più approfondita sull’invio della messa a disposizione;
  • è possibile decidere quali sono i momenti migliori per l’invio assieme al consulente;
  • una volta programmata la mad, non dovrai pensare più a nulla: nel periodo da te scelto verrà inviata automaticamente senza dover attendere giorni e giorni per poterla inviare quest’estate.

L’invio programmato della mad: come funziona

È possibile inviare la mad anche in modo programmato. Come?

Si può compilare la messa a disposizione con tutti i dati anagrafici, titoli di studio e classi di concorso su piattaforme come Voglioinsegnare.it.

Al momento della richiamata da parte del consulente per confermare i dati, si può chiedere di programmare l’invio nella data che più si ritiene opportuna.

Invio MAD con Voglioinsegnare.it

Grazie a Voglioinsegnare.it gli aspiranti docenti e personale ATA possono inoltrare la propria messa a disposizione in oltre 50.000 istituti scolastici in tutta Italia. La piattaforma on-line presenta molti vantaggi:

  • semplifica notevolmente la procedura di invio
  • pianifica il periodo migliore per l’invio
  • consulenza specializzata
  • tutela i dati personali
  • consente di selezionare le zone geografiche specifiche nelle quali inviare la propria messa a disposizione, anche grazie ai dati statistici pubblicati
  • in pochi clic centinaia di scuole in Italia riceveranno la messa a disposizione.

Un’alternativa all’iscrizione in graduatoria di terza fascia

La mad online è inoltre un ottimo strumento per chi non è riuscito a iscriversi nelle graduatorie di III fascia. Tutti coloro non presenti in graduatoria possono quindi utilizzare questo importante strumento.

 

PIANIFICA ADESSO L’INVIO DELLA DOMANDA

 

Per informazioni contatta la segreteria didattica allo 02 40031245

Iscriviti alla nostra pagina facebook -> CLICCA QUI

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: