Matematica per tutti, interviste ed esperienze degli studenti che hanno partecipato. VIDEO

Nei giorni 5 e 6 aprile 2019 si è svolta la fase finale del primo con-corso nazionale Matematica per tutti, organizzata in collaborazione con Cinecittà World e l’azienda produttrice di giochi Creativamente, con il patrocinio dell’Università degli Studi Roma Tre e della Regione Lazio.

Alle semifinali di venerdì 5 aprile hanno partecipato circa 1000 studenti che frequentano dal quarto anno della scuola primaria al secondo anno della scuola secondaria di secondo grado. Ad accompagnarli circa 200 docenti e oltre 300 genitori.

Il parco a tema Cinecittà World di Castel Romano, location individuata come sede dell’evento, si è dimostrato una scelta particolarmente indovinata poiché in questo luogo di divertimento bambini e ragazzi hanno potuto “fare matematica” divertendosi e giocando insieme

Sono trascorsi cinque mesi da quando docenti e studenti, guidati dagli ideatori del concorso, hanno cominciato a lavorare nelle proprie classi attraverso materiali concreti, giochi da tavolo e calcolo mentale. Gli sforzi sono stati premiati in una due giorni durante la quale è stato evidente lo scopo principale dell’iniziativa: fare matematica in un modo diverso, che faccia appassionare studenti e insegnanti, condividendo fatiche, obiettivi e risultati non solo con i più bravi, ma con tutti.La grande partecipazione è stata un’opportunità di gioco e di contatto tra gli studenti, che hanno discusso, riflettuto, ma soprattutto si sono aiutati, anche tra squadre avversarie. È stata anche un’occasione per i docenti di condividere idee, scambiare punti di vista, intelligenze e competenze con altri colleghi provenienti da tutta Italia.

Si sono aggiudicati un posto nella finalissima di sabato 64 studenti appartenenti a 16 squadre, 4 per ciascuna categoria che ha partecipato al con-corso. I vincitori assoluti sono stati 16 studenti, appartenenti a 4 squadre, una per categoria, provenienti da scuole di Modena, di Roma e di Prato (sul sito www.matematicapertutti.it a breve foto e dettagli dei premiati). Ipremi sono stati naturalmente giochi da tavolo offerti dall’azienda Creativamente e coupon per l’acquisto di altri giochi a scelta dal catalogo online dell’azienda.
La cerimonia di premiazione è stata un momento emozionante e commovente ed è iniziata con un omaggio al professor Giorgio Israel, che ha ispirato la nascita del gruppo Tokalon Matematica all’interno dell’associazione ToKalOn e ne ha indirizzato le azioni, e che, seppur non più presente, continua a essere per i suoi componenti un punto di riferimento, attraverso la sua passione per l’educazione e attraverso le sue parole: “Abbiamo bisogno di maestri e non di animatori. È decisivo restituire ai professori il ruolo, il sentimento e la dignità di essere educatori e maestri”.

Il direttore del con-corso Luigi Regoliosi, anche presidente dell’associazione ToKalOn, ha voluto sottolineare come non esista un capo e uno staff a sua disposizione, ma semplicemente una compagnia di docenti appassionati che cercano di trasmettere ai propri alunni di ogni ordine e grado scolastico la passione e l’interesse per la matematica, materia che spesso è considerata ostica e riservata a pochi. Attraverso il lavoro dell’associazione ToKalOn si cerca di diffondere la bellezza della matematica e il suo insegnamento, quale parte della Cultura.
È stato particolarmente commovente anche il momento in cui la segreteria della manifestazione, Sara Nardella, mamma di quattro figli e unica non-insegnante, ha raccontato dell’amore che tutti i docenti e i genitori hanno dimostrato nei confronti dei loro ragazzi durante l’organizzazione e la realizzazione del con-corso e soprattutto nelle due giornate conclusive.

Tra tutte le storie si è voluto raccontare quella di Simone, un ragazzo di scuola superiore, allegro e appassionato della matematica, che ha perso la vita in un incidente stradale a settembre scorso. I suoi compagni di classe di una seconda superiore di un istituto tecnico agrario di Elmas, in provincia di Cagliari, hanno trovato la grinta per superare questo terribile momento aderendo positivamente alla proposta della loro professoressa di coinvolgersi nel con-corso in suo onore e in suo ricordo: hanno lavorato anche in orario extrascolastico riuscendo a guadagnarsi un posto in finale. L’associazione ha voluto premiare

Simone, la sua classe e la sua insegnante, Raffaella Lai, consegnando loro una targa da far avere alla sua famiglia, con impressa la frase: “Un modo per far vivere ancora chi abbiamo amato è continuare a fare con passione le cose che egli amava”. È stata poi la volta del saluto del Presidente del comitato didattico-scientifico, Prof.ssa Ana Millán Gasca, Professore ordinario di Matematiche complementari presso l’Università degli Studi Roma Tre, che ha fatto i suoi complimenti all’organizzazione del con-corso per aver messo al centro i ragazzi e la scuola, e ha premiato i vincitori della categoria E4-E5.

In seguito, è salito sul palco il presidente dell’UMI (Unione Matematica Italiana), Prof. Piermarco Cannarsa, Professore ordinario di Analisi Matematica presso l’Università Tor Vergata di Roma, che ha premiato i vincitori della categoria M1-M2. Il Prof. Fabio Bocci, coordinatore del corso di laurea in Scienze della Formazione, nonché Direttore del corso di Specializzazione per il Sostegno presso l’Università Roma Tre, ha ricordato nel suo intervento l’importanza del “per tutti”, facendo un significativo parallelismo tra la parola “con-correre” (correre assieme ma anche andare in giro) ed “errare”, che significa sbagliare, ma anche vagare alla ricerca di una soluzione nuova e originale, come solo i ragazzi sanno fare. Il Professor Bocci ha poi premiato con una targa speciale, con impressa la frase “Più grande è la lotta, più glorioso è il trionfo”, Matteo, un ragazzo disabile della scuola Montezemolo di Roma, attorno al quale è stata costruita una squadra di ragazzi che ha cercato in tutti i modi di non isolarlo e di far partecipare anche lui ai giochi e alla gara. Per le categorie M3-S1 è salito sul palco per premiare un altro docente dell’Università Roma Tre, l’Ateneo che ha sostenuto con il patrocinio quest’iniziativa, il Prof. Angelo Felice Lopez, coordinatore del dottorato di ricerca in Matematica. Successivamente Patrizia Angelini, presidente del Polo Didattico Digitale per le difficoltà di apprendimento, ha premiato le categorie S2, sottolineando l’importanza dell’iniziativa rispetto al tema dell’inclusione scolastica e delle difficoltà di apprendimento.

Infine, è salito sul palco Emanuele Pessi, fondatore e proprietario dell’azienda Creativamente, che ha raccontato come sia stato emozionante ed entusiasmante vedere più di 1000 ragazzi utilizzare i giochi da lui ideati e realizzati, e ha assegnato le menzioni speciali per le squadre che si sono distinte in un gioco o in un’attività in particolare, a prescindere dalla categoria di appartenenza: ciascun gioco infatti ha permesso a qualcuno di esprimere al meglio le sue capacità, la sua inventiva e lo spirito di iniziativa, e gli organizzatori del con-corso hanno voluto sottolineare anche questo aspetto.La cerimonia si è conclusa con l’augurio di ritrovarsi nel 2020 per la seconda edizione di Matematica per tutti, ancora più ricca, con nuovi giochi e proposte in cantiere.