item-thumbnail

Malattia, assenza visita fiscale: a chi presentare giustificazione e chi deve valutarla

di redazione

L’Inps, con messaggio n. 1270 del 29 marzo 2019, ha fornito indicazioni in merito ai casi di assenza durante le visite fiscali, nello specifico a chi presentare la documentazione giustificativa.

Malattia: assenza visita fiscale per motivi sanitari

In caso di assenza a visita di controllo domiciliare, sia d’ufficio che su richiesta del datore di lavoro, il lavoratore pubblico (ma anche privato) deve presentare o trasmettere all’Inps la documentazione giustificativa soltanto nei casi in cui la stessa presenti caratteri prettamente sanitari.

L’Inps, infatti, può solo esprimere un parere medico-legale sulla giustificabilità dell’assenza.

L’Istituto, in base alla documentazione prodotta dal lavoratore, annota le proprie valutazioni nell’apposito modello cartaceo “Visita medica di controllo ambulatoriale”, che va consegnato o trasmesso  direttamente all’interessato.

Il lavoratore, a sua volta, deve consegnare copia del suddetto modello al proprio datore di lavoro affinché questi adotti le decisioni di sua esclusiva competenza.

Malattia: assenza visita fiscale per motivi diversi da quelli sanitari

La documentazione giustificativa di un’eventuale assenza a visita di controllo domiciliare, per motivi diversi da quelli sanitari, va inviata solo al datore di lavoro.

Malattia, assenza visita fiscale: provvedimenti

La valutazione finale sulla giustificazione dell’assenza, sia per motivi sanitari che per ogni altro genere di motivi, spetta esclusivamente al datore di lavoro.

In caso l’assenza sia dovuta a motivi sanitari, il datore di lavoro avrà a sua disposizione anche il parere medico-legale dell’Inps, fermo restando la propria competenza sulla valutazione finale, ossia se giustificare o meno l’assenza e adottare le relative decisioni.

Conclusioni

In caso di assenza a visita domiciliare di controllo:

  • il lavoratore deve presentare la documentazione giustificativa al datore di lavoro;
  • il lavoratore deve presentare la documentazione giustificativa anche all’Inps, se l’assenza è dovuta a motivi sanitari;
  • nel caso predetto, l’Inps esprime soltanto un parere medico-legale;
  • la valutazione finale sulla giustificabilità o meno e i relativi provvedimenti spettano esclusivamente al datore di lavoro.

Messaggio Inps

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: