item-thumbnail

Liquidazione TFS/TFR per decesso: quando nel settore pubblico e in quello privato?

di Consulente Fiscale

Entro quanto tempo viene erogato il TFR/TFS del lavoratore defunto ai familiari aventi diritto: dipende dal settore lavorativo di appartenenza.

Mio marito e deceduto il 5 giugno 2019 quando erogano la liquidazione  grazie 

La liquidazione del  TFR e del TFS cambia in base all’impiego che il de cuius svolgeva prima del decesso.

Liquidazione TFR defunto settore pubblico

Nel pubblico impiego la liquidazione del TFS ha tempi diversi in base alla motivazione che hanno portato alla cessazione del rapporto di lavoro. In caso di decesso del lavoratore la liquidazione dovrebbe avvenire dopo un massimo di 105 giorni a cui aggiungere i 90 giorni che l’Inps impiega per la burocrazia dell’erogazione.

Liquidazione TFR defunto settore privato

Gli aventi diritto, di solito, percepiscono il TFR del defunto con la busta paga successiva a quella del mese di decesso ma solo a patto che siano stati presentati tutti i documenti necessari per l’erogazione.

Liquidazione TFR defunto: quali documenti

Il datore di lavoro potrà effetuare l’erogazione del TFR solo dopo che gli eredi o gli aventi diritto hanno presentato i documenti necessari, ovvero

  • Certificato di morte
  • L’atto notorio che indica chi sono gli aventi diritto
  • Il codice fiscale e i dati anagrafici dei beneficiari
  • Il certificato che attesti l’avvenuta presentazione della dichiarazione di successione (o l’attestazione dell’esonero dall’obbligo di presentazione della dichiarazione di successione).

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: