item-thumbnail

Licenziata l’insegnante che insultò i poliziotti durante gli scontri di Torino

di redazione

L’insegnante indagata per avere insultato i poliziotti durante un corteo contro CasaPound, è stata licenziata.

L’Ufficio Scolastico Regionale le ha notificato nei giorni scorsi il provvedimento, con decorrenza primo marzo, quando venne sospesa dall’insegnamento. Lo rende noto il Coordinatore Nazionale Cub Scuola, Cosimo Scarinzi, annunciando che il sindacato “garantirà piena difesa, sia in sede legale che mediante l’azione sindacale” all’insegnante.

Una vicenda nella quale erano intervenuti sia Renzi che Salvini. Renzi, da segretario del PD aveva affermato che l’insegnante non aveva “ diritto di stare in classe come insegnante in una scuola pubblica

La maestra aveva provato a scusarsi. “ Non auguro davvero la morte a nessuno ma ero arrabbiatissima. Ho detto quello che pensavo ma è stato travisato. Mi sento stupida . Ho dato adito a costruire un castello mediatico. ”

Sulla faccenda era intervenuto anche il leader della Lega Salvini, “ mi stupisce che non sia stata ancora licenziata quella pseudo insegnante che ha dato una dimostrazione di volgarità incredibile. Non bisogna avviare un provvedimento disciplinare deve essere licenziata in tronco. Questa non deve più mettere piede in una scuola finché campa “.

Condividi:

Argomenti: