item-thumbnail

Legge di Bilancio, Bonetti: contributi annui asili nido da 1500 a 3000 euro

di redazione

Il ministro per la famiglia, Elena Bonetti, intervistata da Repubblica: Governo va avanti, Ius culturae non è nel programma, ma ragazzi non vanno esclusi.

Il governo andrà avanti dopo la sconfitta in Umbria: deve dare risposte. Facciamole le cose buone! Come le misure per la famiglia che sono un punto fermo. In Umbria non c’è una sconfitta del governo” spiega Bonetti.

Il governo sceglie di mettere al centro la famiglia e di investire risorse significative anche se dentro le disponibilità che la manovra consente. Sono
stanziati 600 milioni aggiuntivi oltre a un miliardo di euro in tre anni per costruire asili nido e centri di servizi polifunzionali – continua la ministra – In manovra abbiamo poi, con la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo, scelto il
finanziamento del congedo di paternità a sette giorni e i contributi annui per il pagamento delle quote per gli asili nido da 1.500 a 3 mila euro“.

Tra le misure, Bonetti ricorda l’assegno universale per tutti i nuovi nati per un importo da 80 a 160 euro che però punta a maggiorare e rendere strutturale nel 2021 per tutti i bimbi e giovani e non solo per i nuovi nati.

Sullo Ius culturae la ministra afferma: “Non è nel programma di governo ma personalmente credo che la scuola sia il luogo dove si costruiscono diritti e doveri di cittadinanza e non si possano escludere i ragazzi figli di stranieri“.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: