item-thumbnail

Legge di Bilancio, 20 mln a scuole per abbonarsi a giornali e riviste

di redazione

Legge di Bilancio: previsto un contributo dell’80% per scuole che si abboneranno a riviste, giornali, periodici. 

A comunicarlo Andrea Martella,  sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, che ha esposto le linee programmatiche nel corso di un’audizione in commissione Cultura della Camera.

Martella ha affermato “Abbiamo inserito nella manovra una norma che riconosce alle scuole un contributo dell’80% per gli abbonamenti a giornali, periodici e riviste. Saranno le scuole a decidere quali giornali acquistare partecipando al bando. Sono a disposizione 20 milioni dal 2020: se tutte le scuole facessero domanda ne deriverebbe un contributo di 500 euro a scuola“.

M5S: i giornali non bastano. Servono percorsi educativi per lettura critica delle notizie

Paolo Lattanzio, portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati e capogruppo in Commissione Cultura, Scienza e Istruzione precisa “Ci teniamo a ribadire che, come Movimento 5 Stelle, presenteremo un emendamento alla Legge di Bilancio per far sì che questi fondi siano utilizzati in maniera equilibrata per l’acquisto di giornali da parte delle scuole, ma anche per la realizzazione di percorsi educativi e formativi per guidare le studentesse e gli studenti all’uso e alla lettura critica dei media.

Crediamo, infatti, che la dotazione di giornali all’interno degli istituti scolastici non basti.

Al contrario, sarebbe opportuno dotare gli studenti di tutti gli strumenti utili per una lettura e un’analisi critica dei prodotti editoriali informativi.

Riteniamo che un percorso di prevenzione e di media education all’interno delle scuole possa aiutare e guidare i ragazzi nella scelta e nella selezione delle fonti, nella lettura critica delle notizie e nel contrasto alle fake news, che generano una preoccupante e dilagante distorsione della verità. Proprio ieri abbiamo presentato una proposta di legge, di cui sono primo firmatario, per l’istituzione di una commissione d’inchiesta sul fenomeno delle fake news.

In conferenza stampa ho ribadito, ancora una volta, l’importanza dell’educazione e della prevenzione nel percorso di contrasto alle bufale e alle notizie false per educare le nuove generazione all’utilizzo consapevole e corretto dei media”.

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!

Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di orizzontescuola.it

Condividi: