item-thumbnail

ITP puntano a concorso 2018 per abilitati. Sciolte riserve da concorso 2016, proseguono inserimenti in GaE, giudici decideranno

di redazione

Registriamo gli scioglimenti delle riserve per i docenti in possesso del diploma che permette l’accesso alle classi di concorso della tabella B, che hanno partecipato alle prove suppletive del concorso a cattedra 2016, le hanno superate e hanno vinto la sentenza relativa al ricorso.

I provvedimenti sono pubblicati nel sito dell’USR Lombardia.

E poi, come già accaduto a Napoli e Lucca, anche a Caserta è stato disposto l’inserimento nelle Graduatorie ad esaurimento di numerosi docenti ITP. Vai al provvedimento

E dunque, le graduatorie si modificano in seguito ai provvedimenti dei giudici. Mentre lo scioglimento delle riserve è un atto definitivo, per cui i ricorrenti assumono in graduatoria la posizione che spetta in base al punteggio di prove + titoli e non saranno più gravati dalla riserva, l’inserimento nelle Graduatorie ad esaurimento avviene con riserva.

Ma un nuovo capitolo si sta per aprire per i docenti ITP. Forti dell’inserimento con riserva nella II fascia delle graduatorie di istituto, avallata dal Ministero (che ha proposto appello contro una delle sentenze), i docenti chiedono di poter partecipare alla procedura concorsuale da avviare a breve sulla base del Decreto Legislativo n. 59 del 13 aprile 2017, riservata ai docenti in possesso di abilitazione, e il cui bando potrebbe essere pubblicato entro Natale.

Solo che – dice il provvedimento – l’abilitazione deve essere in possesso alla data di entrata in vigore del decreto e, per gli ITP, a quella data (31 maggio 2017) deve risultare anche l’inserimento nelle Graduatorie ad esaurimento o nella II fascia delle graduatorie di istituto.

Una battaglia che il sindacato Anief ha già intrapreso. “Chiediamo con forza al Miur di inserire tutti i docenti ITP che ne hanno titolo – afferma Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – nelle rispettive II fasce delle graduatorie d’istituto prevedendo anche per loro l’accesso alle Graduatorie Regionali degli Abilitati previste dal D.Lgs. 59/2017”. Il D.Lgs. n. 59/2017. Entrato in vigore il 31 maggio 2017, infatti, prevede l’accesso al “concorso riservato agli abilitati” per la compilazione di una graduatoria regionale per gli insegnanti Tecnico-pratici purché “siano iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto, alla data di entrata in vigore del presente decreto”, quindi i docenti in possesso di diploma ITP potrebbero essere nuovamente esclusi dal Miur dalla cosiddetta “fase transitoria”.

“Il nostro sindacato ha già evidenziato come non abbia alcun senso limitare l’accesso a quanti fossero presenti in II Fascia GI nello scorso triennio – conclude Pacifico – perché nel mese di maggio 2017, data di pubblicazione del Decreto Legislativo, vigevano ancora le precedenti graduatorie d’istituto la cui validità, però, era già in via di scadenza”.

Condividi: