item-thumbnail

Iscrizioni 2018/19, circolare 13 di novembre. Inizio 16 gennaio, conclusione il 6 febbraio

di redazione

Ieri, il Ministro dell’istruzione è intervenuta in VII Commissione per dare informazioni sull’attuale e prossimo inizio anno scolastico.

Tra le novità anticipate, quella dell’avvio tempestivo per le iscrizioni a scuola.

Secondo quanto anticipato dall’ANP, le iscrizioni inizieranno il 16 gennaio e si concluderanno il 6 febbraio.

Giorno 13 novembre, ha anticipato la Fedeli, sarà pubblicata la circolare sulle iscrizioni, che quest’anno recherà anche le novità derivanti dal decreto legislativo di riforma dell’istruzione professionale

L’Amministrazione, ieri, ha evidenziato quali principali novità introdotte per effetto dei decreti attuativi della L. 107/2015, saranno presenti nella nuova procedura.

Si evidenziano in particolare i seguenti punti:

  • nel caso in cui i genitori intendano avvalersi dell’istruzione parentale, oltre a dover dimostrare di possedere le competenze tecniche e i mezzi materiali per provvedere all’istruzione dell’alunno, dovranno comunicare la loro intenzione preventivamente alla scuola del territorio e  far sostenere all’alunno annualmente l’esame di idoneità  per l’ammissione alla classe successiva (art. 23 del D. lgs. 62/2017);
  • in caso di frequenza di una scuola primaria o secondaria di primo grado non statale non paritaria (art. 10 D. lgs. 62/2017), l’alunno dovrà  sostenere l’esame di idoneità  al termine del quinto anno di scuola primaria e, ovviamente, al termine del terzo anno della scuola secondaria di primo grado in qualità  di candidato privatista presso una scuola statale o paritaria o nel caso in cui richiedano l’iscrizione in una scuola statale o paritaria;
  • circa le iscrizioni alle classi prime degli istituti professionali è in via di definizione il previsto regolamento che definirà i profili di uscita degli indirizzi di studio, i risultati di apprendimento declinati in termini di competenze, abilità  e conoscenze, il riferimento alle attività  economiche referenziate ai codici ATECO adottati dall’ISTAT (art. 3 cc. 3 e 4 del d. lgs. 61/2017). Una bozza del regolamento sarà  resa nota alle scuole per permettere l’organizzazione efficace delle imminenti attività di orientamento;
  • in riferimento ai percorsi quadriennali dell’istruzione secondaria di secondo grado le scuole che hanno presentato i progetti che saranno approvati saranno informate di essere state selezionate in tempo utile per garantire un’adeguata azione di orientamento (la scadenza per la presentazione dei progetti è fissata per il 13 novembre e la Commissione che valuterà le proposte è stata già  insediata).
Condividi:

Argomenti: