item-thumbnail

Invalsi anche all’asilo, ecco il progetto già sperimentato in Italia

di redazione

Il progetto non è presente sul sito invalsi, ma nel rapporto CNES del 2014 ripreso oggi da Roar in un articolo a firma Rossella Latempa.

Nell’articolo viene riportato un passaggio del rapporto del CNEL del 2014 nel quale si legge che l’Invalsi “è impegnato in un progetto pilota denominato INVALSI VIPS (Valutazione Iniziale della Prontezza Scolastica e all’apprendimento) il quale si propone di iniziare la valutazione della capacità di apprendere e dei suoi antecedenti nei bambini che terminano la scuola dell’infanzia e iniziano la primaria.

La Latempa riprende un importante passaggio presente nell’ECEC  European Quality Framework, 2014 rapporto della Commissione europea che sottolinea come “L’apprendimento e l’istruzione non iniziano con scuola dell’obbligo: iniziano dalla nascita. [..] Alta qualità di istruzione e cura nella prima infanzia rappresentano le fondamenta per un apprendimento permanente di successo, integrazione sociale, sviluppo personale e, poi, per l’occupabilità di ogni bambino

A questo principio risponde il progetto INVALSI VIPS (Valutazione Iniziale della Prontezza Scolastica e dell’Apprendimento) che si pone quale obiettivo la valutazione della capacità di apprendere nei bambini che terminano l’Infanzia.

Un progetto che, in realtà, pare abbia già avuto delle sperimentazioni con valutazioni dei bambini dai 3 ai 5 anni.

Per tutti i particolari vi rimandiamo al sito Roars.it

Condividi:

Argomenti: