item-thumbnail

Incarichi per supplenti: da oggi la convocazione arriva anche via SMS. Utilizza Supplenti.it

di redazione

In questi giorni continuano ad arrivare le richieste delle scuole che stanno ricercando docenti su supplenti.it, la piattaforma online creata ai fini di migliorare e velocizzare la ricerca di supplenti da parte delle scuole, ed ottimizzare le candidature degli aspiranti insegnanti.

L’obiettivo di supplenti.it è fornire i nominativi dei supplenti con specifici requisiti alle scuole che ne fanno richiesta, facendo quindi incontrare in modo ottimale la domanda e l’offerta del personale scolastico. Supplenti.it mette infatti a disposizione delle scuole il più grande database di aspiranti docenti, con oltre 90.000 curriculum.

Da oggi inoltre supplenti.it lancia un nuovo servizio gratuito: se le scuole selezionano il profilo di un aspirante supplente, la convocazione verrà comunicata direttamente via SMS, oltre che via email, che a volte potrebbero non essere lette, e di conseguenza ci può essere il rischio di perdere un’opportunità lavorativa.

Per ricevere le richieste delle scuole direttamente via SMS, è sufficiente iscriversi al sito di supplenti.it

Come posso iscrivermi a supplenti.it?

I supplenti si possono iscrivere accedendo all’Area Supplenti, con l’inserimento dei dati anagrafici e dei titoli di studio.

L’iscrizione al profilo base ha un costo di 19 euro per anno scolastico; in questo modo il proprio curriculum è visibile e ricercabile da tutte le scuole della provincia selezionata.

L’ideale è effettuare l’iscrizione a più province, per aumentare la possibilità di contatto da parte delle scuole di quelle province.

supplenti.it inoltre offre anche un ampio servizio di consulenza e assistenza in numerosi ambiti: assistenza fiscale, aiuto nella valutazione del piano di studio, nella compilazione della modulistica e tanto altro ancora.

Quali sono le scuole che ricercano maggiormente supplenti?

Le scuole del Nord sono quelle che ricercano più supplenti.

In particolare, tra le ultime richieste sono stati cercati supplenti nelle seguenti zone:

  • a Treviso, Torino e Vercelli insegnanti di scuola primaria;
  • a Modena docenti in un istituto tecnico;
  • a Pordenone e Milano insegnanti per le scuole superiori;
  • a Varese e Prato insegnanti della scuola dell’infanzia.

Per aumentare le proprie chance di essere contattati, è possibile anche inviare la messa a disposizione, ovvero la propria candidatura spontanea alle scuole che cercano docenti.

Le esperienze di chi ha già utilizzato supplenti.it

Già diversi insegnanti che hanno utilizzato supplenti.it sono rimasti soddisfatti e sono stati contattati dalle scuole per prendere servizio. È possibile leggere alcune delle recensioni lasciate da chi ha già utilizzato supplenti.it CLICCANDO QUI

Ho già inviato la messa a disposizione, perché dovrei iscrivermi a supplenti.it?

La messa a disposizione prevede l’invio del proprio curriculum alle scuole, e viene inviata tramite voglioinsegnare.it; su supplenti.it sono invece direttamente le scuole a cercare il docente che serve con specifiche caratteristiche. É quindi un servizio complementare alla messa a disposizione, che consente di raddoppiare le possibilità di essere contattati dagli istituti scolastici. Inoltre, ultimamente le segreterie scolastiche sono oberate dall’alta quantità di messe a disposizione ricevute, che sono da catalogare e gestire, e un servizio come supplenti.it semplifica molto la procedura di ricerca da parte delle scuole.

Per questo è fondamentale utilizzare entrambe le piattaforme per incrementare le probabilità di ottenere un incarico di supplenza.

RICHIEDI INFORMAZIONI SU SUPPLENTI.IT

RICHIEDI INFORMAZIONI SU VOGLIOINSEGNARE.IT

 

Per informazioni e iscrizioni chiama lo 02 400 31356

Segui la nostra pagina facebook dove verranno pubblicate le ultime offerte di lavoro delle scuole. Non perdere questa opportunità!

Area degli allegati

Condividi: