item-thumbnail

Immissioni in ruolo: precedenza ai docenti del concorso

di redazione

Come ogni anno, il Ministero diramerà agli Uffici Scolastici le istruzioni operative per le operazioni relative alle immissioni in ruolo del personale docente per l’a.s. 2018/19.

Alcuni Uffici Scolastici stanno già anticipando i tempi richiedendo ai docenti interessati la registrazione su una apposita piattaforma nella quale inserire le proprie preferenze per ambito territoriale/scuola. In questo modo, una volta pubblicati i contingenti ufficiali, sarà possibile dare avvio alle nomine. Immissioni in ruolo 2018/19, le istruzioni per ogni regione

Graduatorie utili per le assunzioni

Abbiamo già indicato quali saranno le graduatorie utili per le assunzioni. Immissioni in ruolo 2018/19: da quali graduatorie avverranno

Le assunzioni avverranno su ambito territoriale. Ossia il docente sceglie, in base a quelli presenti al momento della sua nomina, tra gli ambiti territoriali ancora presenti. Contemporaneamente sceglierà anche la sede, ossia la scuola di servizio.

Le assunzioni avverranno per il 50% dalle graduatorie dei concorsi e per il 50% dalle Graduatorie ad esaurimento, con le relative compensazioni a livello territoriale.

La scelta della sede

Nella scelta della sede i docenti assunti da concorso hanno la priorità rispetto ai docenti delle Graduatorie ad esaurimento. Questo vale sia per il concorso 2016 che 2018.

I docenti assunti a tempo indeterminato stipuleranno, con il Dirigente della scuola che sceglieranno, un contratto triennale.

Lo speciale di Orizzontescuola Immissioni in ruolo, 57.000 docenti. Lo speciale con tutte le info

Condividi: