item-thumbnail

Il Siciliano sarà materia scolastica aggiuntiva nelle scuole dell’Isola

di redazione

Il siciliano è una lingua riconosciuta dall’Unesco. Comprende anche i dialetti della Calabria meridionale e quelli salentini, e per questo è di un’importanza unica in tutto il mondo.

Per questo motivo, come scrive il sito LiveUniCt, l‘ufficio scolastico regionale, la regione Sicilia e le quattro università dell’Isola stanno lavorando a un tavolo tecnico per inserire l‘insegnamento della parlata locale nelle scuole già a partire dall’anno scolastico 2018/19 in tutte le scuole di ogni ordine e grado sebbene in modo differenziato.

L’assessore regionale Lagalla, ha commentato: “saranno previsti diversi livelli di insegnamento: uno che sia indirizzato alle scuole  primarie e secondarie di primo grado, e un altro di altro tipo di approfondimento che riguardino le scuole superiori”.

L’insegnamento del Siciliano andrà collocato, come ha spiegato ancora Lagalla, “dentro l’insegnamento di una materia letteraria. Andrà valutato se l’ora dovrà essere aggiunta al consueto orario settimanale o in sostituzione ad altre”.

L’idea era stata annunciata già dallo scorso 15 maggio in occasione dei festeggiamenti per lo Statuto Speciale per la Regione.

Condividi:

Argomenti: