item-thumbnail

I nuovi permessi di 18 ore, per il 2018 resta tutto invariato. Le info utili

di Avv. Marco Barone

L’ARAN ha risposto ad un quesito interessante che riguarda, per l’ennesima volta, la questione dei permessi orari di 18 ore annuali, che sono stati introdotti nel Pubblico impiego ma anche nella scuola

Il quesito

Le 18 ore annuali di permesso per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici previste dall’art. 35 del nuovo CCNL Funzioni Locali sottoscritto il 21/5/2018, vanno riproporzionate nell’anno 2018 tenuto conto che il nuovo CCNL è divenuto efficace solo dal 22/5/2018?

La risposta dell’ARAN

L’art. 35 del CCNL delle Funzioni Locali del 21 maggio 2018 ha introdotto un’organica ed esaustiva disciplina in materia di “assenze per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici”.

Il nuovo istituto contrattuale, applicabile dal 22 maggio 2018, infatti, prevede un quantitativo di 18 ore annue che, potranno essere fruite, alle condizioni espressamente stabilite dal citato art. 35 del CCNL del 21.5.2018.

Trattandosi di un istituto del tutto nuovo, l’eventuale fruizione nei primi mesi del 2018, di assenze per visite specialistiche a giorni non può avere alcuna incidenza sul quantitativo complessivo delle ore che la richiamata disciplina contrattuale riconosce al personale.

Pertanto, nel corso del 2018, il lavoratore potrà comunque fruire di permessi retribuiti per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, nel limite delle 18 ore annue, anche se precedentemente al 21.5.2018 si era già assentato, a giorni, per la medesima motivazione.

Del resto, la suddetta clausola contrattuale non contiene alcuna espressa indicazione circa una eventuale maturazione progressiva del diritto ai permessi di cui si tratta.

Si ritiene, in conclusione, che i lavoratori possano, comunque, avvalersi per intero, entro il 31.12.2018, delle 18 ore annuali della nuova tipologia di permesso, anche se il contratto collettivo nazionale è stato sottoscritto definitivamente solo in data 21.5.2018.

Principi applicabili ovviamente anche alla questione scuola.

Ricordiamo che è stato introdotto specificatamente l’articolo 31 del CCNL scuola 2018 che sostituisce per il solo personale ATA il comma 2 dell’articolo 15 del CCNL 2006-2009. Che riconosce un monte di permessi di 18 ore annuali, fruibili anche cumulativamente per l’intera giornata e computati in questo caso in 6 ore, prescindendo dall’orario da effettuare in quella giornata.

ATA e nuovo contratto, cosa cambia per i permessi? Permessi aggiuntivi per le visite specialistiche. Scheda per le segreterie e il personale ATA

Condividi:

Argomenti: