item-thumbnail

Valutazione intermedia primo ciclo, verbalizzazione. Un modello di verbale alla luce delle novità della riforma

di redazione

K. Pitino e N. Sabella – Le novità introdotte dal decreto legislativo n. 62/2017, in merito alla valutazione nel primo ciclo di istruzione, determinano necessariamente delle modifiche nelle modalità di verbalizzazione dei docenti di classe per la scuola primaria  e dei consigli di classe per la scuola secondaria di I grado.

Ricordiamo di seguito le summenzionate novità.

Voti e livelli d’apprendimento

La valutazione continua ad essere espressa con votazioni in decimi, che indicano i diversi livelli d’apprendimento deliberati nel PTOF.

Descrizione processo formativo e livello di sviluppo degli apprendimenti

La valutazione, oltre ad essere espressa in decimi, è integrata con la descrizione dei processi formativi e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti conseguito.

Giudizio sintetico comportamento

La valutazione del comportamento è espressa attraverso un giudizio sintetico, riferito alle competenze di Cittadinanza e, per quanto riguarda la scuola secondaria di primo grado, allo Statuto delle Studentesse e degli Studenti e al Patto Educativo di Corresponsabilità (oltre che al regolamento di Istituto).

Giudizio IRC e Attività alternativa

I docenti di religione cattolica o quelli di attività alternativa esprimono la valutazione delle attività svolte, per i soli alunni che se ne avvolgono, tramite un giudizio sintetico sull’interesse manifestato e i livelli di apprendimento conseguiti.

VERBALIZZAZIONE

Alla luce delle suddette novità, il verbale, redatto al termine dello scrutinio intermedio (e successivamente finale), deve riportare, come descritto egregiamente dalla Prof.ssa Pitino, i seguenti elementi:

  • voti delle singole discipline;
  • giudizi sintetici dell’insegnamento della religione cattolica e delle attività alternative all’insegnamento della religione cattolica;
  • livelli di apprendimento conseguiti;
  • valutazione di Cittadinanza e Costituzione;
  • elementi di informazione sui livelli di apprendimento conseguiti dalle alunne e dagli alunni e sull’interesse manifestato, forniti dai docenti che svolgono attività nell’ambito del potenziamento e dell’arricchimento dell’offerta formativa (cfr. Nota 1865/2017);
  • giudizi relativi alla descrizione del processo e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti raggiunto da ogni singolo alunno;
  • giudizi relativi al comportamento.

MODELLO DI VERBALE

Pubblichiamo un modello di verbale, preparato dalla nostra redazione sulla base di quanto sopra riportato.

Scarica il modello di verbale

Condividi: