Strumenti educativi, ovvero come insegnare la sicurezza alla scuola dell’infanzia

di Natalia Carpanzano

Per inculcare la cultura della sicurezza nella scuola dell’infanzia occorre riprendere con i bambini i concetti generali sulla sicurezza legati al rispetto delle regole di comportamento quali ad esempio, non spingersi, non correre sui pavimenti bagnati, ecc.

Per inculcare la cultura della sicurezza nella scuola dell’infanzia occorre riprendere con i bambini i concetti generali sulla sicurezza legati al rispetto delle regole di comportamento quali ad esempio, non spingersi, non correre sui pavimenti bagnati, ecc.

Partendo da questo punto si potrà arrivare a parlare di come, in certi contesti, il rispetto delle regole è di fondamentale importanza. Si parlerà con i bambini del valore delle prove di evacuazione e di quanto sia importante imparare a eseguirle bene anche quando non sembrano necessarie. Questa sarà anche l’occasione per fare conoscere ai bambini la propria scuola dal punto di vista planimetrico e saper capire i segnali disposti per indicare le uscite di sicurezza, l’ubicazione degli estintori, il punto di raccolta esterno individuato in caso di necessità.

Altra fase è certamente quella di discutere con i bambini e stimolarli a raccontare di qualche piccolo incidente verificatosi a scuola ed insieme identificare quali possono essere le circostanze che espongono maggiormente al rischio di incidente: quando si scherza in giardino, quando si utilizzano gli scivoli, le altalene o gli altri attrezzi, quando si corre senza guardare davanti a se o quando si picchia contro uno spigolo.

Altro passaggio è quello di fare disegnare ai bambini gli incidenti più frequenti e riportarli graficamente su cartelloni.

Fondamentale è anche stimolare l’osservazione e aiutare i bambini ad orientarsi e a sapere dove si trova la loro sezione rispetto alle altre e rispetto all’intero contesto dell’edificio. È utile in questo senso organizzare frequenti visite alle altre sezioni magari utilizzando il percorso di evacuazione definito che ogni scuola per legge deve avere, con esercizi di riconoscimento dei segnali che portano alle uscite di sicurezza.

Altra attività utile è quella della drammatizzazione, ovvero lasciare che siano i bambini a rappresentare semplici situazioni di emergenza: ad esempio, disegnate su un bambino con un pennarello rosso per simulare una ferita e fate compiere ai bambini tutti i passaggi necessari per intervenire in sicurezza

Condividi: