Sicurezza delle aree di gioco all’aperto

di Natalia Carpanzano

Dal punto di vista della gestione della sicurezza è necessario innanzitutto delimitare chiaramente le aree di gioco dedicate ai bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni rispetto alle zone dedicate ai bambini con età inferiore ai 36 mesi

Dal punto di vista della gestione della sicurezza è necessario innanzitutto delimitare chiaramente le aree di gioco dedicate ai bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni rispetto alle zone dedicate ai bambini con età inferiore ai 36 mesi

Oppure si può utilizzare la stessa area esterna in momenti diversi, sempre sotto sorveglianza degli insegnanti.

Una particolare attenzione deve essere poi dedicata alle attrezzature da gioco presenti nell’area.

Ogni attrezzatura di gioco, infatti, deve essere munita di un libretto di istruzioni fornito dal costruttore contenente delle informazioni approfondite sul prodotto e la dichiarazione CE di conformità alle norme UNI EN 1176.

Ogni attrezzatura di gioco deve inoltre essere munita di una targhetta con il nome e indirizzo del fabbricante e l’indicazione sulla fascia d’età consigliata per l’uso dell’attrezzatura di gioco.

L’area esterna in cui si trovano le attrezzature deve possedere alcune caratteristiche di sicurezza, ovvero deve essere operato lo sfalcio regolare dell’area erbosa, le superfici pavimentate devono essere antiscivolo e devono essere presenti cordoli con spigoli arrotondati.

L’area a disposizione deve essere in parte all’ombra e in parte al sole, deve essere sgombra da materiali o strutture che possono rappresentare un ostacolo improvviso e nel caso delle scuole dell’infanzia dovrà essere delimitata mediante una recinzione realizzata in modo tale da impedire al bambino di arrampicarvisi.

Al momento dell’acquisto e dell’installazione, il dirigente scolastico dovrà richiedere copia delle certificazioni di conformità delle attrezzature e dichiarazioni di corretta installazione da parte dell’Ente locale.

Anche le operazioni di riparazione e manutenzione delle attrezzature sono di competenza dell’Ente locale, che dovrà intervenire su richiesta della scuola.

Al dirigente scolastico spetta però l’importante il compito di sorvegliare periodicamente sul perdurare delle caratteristiche di efficienza e sicurezza delle attrezzature (tramite la responsabilizzazione degli insegnanti) e gestirne l’utilizzo tramite un regolamento che riporti in dettaglio le modalità di impiego delle stesse e la relativa sorveglianza.

Tutto sulla sicurezza

Condividi: